Barletta 1922, col Mola è caccia al 13 Allungare la striscia positiva, aspettando Casarano-Vieste. L'infrasettimanale dei biancorossi

Barletta 1922, col Mola è caccia al 13 <small class="subtitle">Allungare la striscia positiva, aspettando Casarano-Vieste. L'infrasettimanale dei biancorossi</small>

Se c’è un momento in cui è necessario dare il tutto per tutto, quel momento comincia domani e deve protrarsi il più a lungo possibile. La corsa playoff del Barletta 1922 passa dal turno infrasettimanale contro il Mola, in programma alle 15 sul neutro a porte chiuse di Terlizzi. È l’ultimo match con l’handicap logistico per i biancorossi, che ritroveranno i propri tifosi a Trani e poi a Canosa con l’Altamura, e per Pizzulli, che sconta l’ultimo turno di squalifica.

Concentrati, ma con un occhio al Casarano.

Concentrati, ma con un occhio al Casarano.

Sfruttare gli incroci – Ultimo match che riguarda solo le succitate componenti. Per quel che concerne la striscia di risultati utili consecutivi, inizia la caccia al tredicesimo, in una serie che non può permettersi nemmeno una minima interruzione. Il pareggio contro il Leverano, prontamente dimenticato grazie alla cinquina inflitta al Castellaneta, è già di per sè un mezzo passo falso: di conseguenza, anche contro il Mola sarà tassativo fare bottino pieno e rimanere incollati al Casarano, impegnato col Vieste in un delicato, quanto interessante scontro ad alta quota.

Brezza Marina Articolo

IMG_7888

Out Diella e Loiodice – Le tre partite in sette giorni, quindi, costringeranno Pizzulli a monitorare costantemente la condizione atletica della squadra. Loiodice ha accusato un problema al tallone sette giorni fa, saltando quindi il match del weekend e, con tutta probabilità, anche quello di domani. La rifinitura di oggi pomeriggio ha confermato l’indisponibilità dell’esterno barese, alla quale si aggiunge quella di Davide Diella: il baby-terzino destro ha lasciato la seduta anzitempo per via di una botta al naso. Il rientro di Dipinto, che ha saltato il Castellaneta per l’espulsione rimediata a Leverano, calza a pennello.

Due punte o fantasia? – In attacco, invece, rimane il dubbio circa un nuovo utilizzo dei due centravanti. L’idea di Lacarra e Vicentin dall’inizio si è rivelata vincente tre giorni fa, ma Pizzulli potrebbe scegliere di tornare al tipico 4-2-3-1 con Moscelli, Sguera e Rizzo a supporto di una sola punta. In questo caso, il ballottaggio tra il barese e l’argentino si concluderebbe soltanto prima della partita. Se però farà fede l’idea di attaccare a spron battuto fin dal primo minuto, non sarebbe da escludere una riconferma dei due pilastri nel pacchetto avanzato.

I convocati e le dichiarazioni pre-partita di Massimo Pizzulli.

Pubblicato da ASD Barletta 1922 su Mercoledì 9 marzo 2016

Ora o mai più – Battere il Mola risulterebbe decisivo sul piano dell’approccio al prossimo weekend. La sfida in casa della Vigor Trani va a concatenarsi con Vieste-Gravina e Altamura-Casarano, in un incrocio pericoloso che mette faccia a faccia le prime sei del campionato. Inanellare la seconda vittoria consecutiva è l’obiettivo minimo dei biancorossi, pronti a sferrare uno degli ultimi assalti quantomeno al secondo posto. Il Barletta cerca un momento clou della stagione? L’ha appena trovato.

Finisce qui, Barletta batte Castellaneta 5-0.#BarlettaSport

Pubblicato da BarlettaSport.it su Domenica 6 marzo 2016

Bellino Mini Wide
Zingrillo mini wide