Barletta 1922, Grottaglie amarcord Dai rigori del 2007 alla debacle dell'anno successivo, riaffiorano i ricordi biancorossi

Barletta 1922, Grottaglie amarcord <small class="subtitle">Dai rigori del 2007 alla debacle dell'anno successivo, riaffiorano i ricordi biancorossi</small>

Avventurarsi nuovamente nel campionato di Eccellenza, spesso e volentieri, significa ritornare con la mente alle vecchie sfide del passato. Per il Barletta 1922, quella contro il Grottaglie non è esattamente una partita come tutte le altre: non tanto per la classifica, che ha quasi il sapore di un testacoda, quanto per gli incroci di quasi un decennio fa, quando il passaggio dal D’Amuri era sempre cruciale.

La Curva Nord contesta Flora, stagione 2006-2007.

La Curva Nord contesta Flora, stagione 2006-2007.

L’1-1 del 2007 – L’approdo ai playoff di Serie D, senza ombra di dubbio, passa anche dalla bella prestazione del match di ritorno. All’andata finì 1-3 per i tarantini, in piena corsa per la promozione diretta, che sfruttarono anche la contestazione della tifoseria biancorossa nei confronti dell’allora presidente Flora: l’ingresso durante il secondo tempo è tra i ricordi più delicati dell’anno. Il pareggio di Grottaglie segnò invece la definitiva inversione di tendenza dei biancorossi, capaci di passare dalla parte destra della classifica al quarto posto finale con 55 punti. Una scossa non indifferente, quella del Chiricallo-bis, che si protrarrà fino agli spareggi per la Seconda Divisione.

PROMO mini

Gli undici di Grottaglie (foto barlettacalcio.it).

Gli undici di Grottaglie (foto barlettacalcio.it).

La semifinale playoff – Molti dei presenti sugli spalti ricordano allo stesso modo l’afa e i rigori. Ancora un 1-1 sul campo, con gol di Criniti, ma nulla di fatto dopo 120 minuti. La sfidante dell’Aversa Normanna in finale si decise dagli 11 metri, con un protagonista che ben conosce la dinamica dei corsi e ricorsi storici: Saverio Dicandia, che quest’anno ne ha già parati due tra Mola e Mesagne. Il portiere barlettano fu l’artefice del successo, neutralizzando due tiri dal dischetto. La corsa promozione, però, terminò una settimana più tardi, nel discusso match del Rinascita, perso 3-2 ai supplementari.

I tre schiaffi del 2008 – Il ricordo peggiore del confronto tra le due squadre, ma anche uno dei peggiori della stagione. Sul prato di Grottaglie, il Barletta disputò l’ultima partita da capolista solitaria in Serie D. Nel giro di due settimane, comprendendo anche il ko interno col Pomigliano della giornata successiva, i biancorossi persero vetta e campionato ancora a favore dell’Aversa. Al D’Amuri fu 3-0 senza appello: uomini di Chiricallo totalmente assenti dal campo, agganciati dai granata a 61 punti e in balia della paura di gettare alle ortiche un’intera stagione. Solo il ripescaggio di metà agosto risollevò le sorti di una squadra arrivata scarica alle battute decisive.

Batterie scariche che, nel match di domenica, non sono assolutamente concesse. La squadra di Pizzulli, a nove anni di distanza dall’ultima volta, dovrà tassativamente riscattare quel ko, lanciandosi quantomeno alla conquista del secondo posto alle spalle del Gravina. Tutti i conti sugli obiettivi della stagione andranno aggiornati dopo il match di Grottaglie, con l’auspicio di rosicchiare punti a Casarano e Altamura.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini