Stadio “Puttilli”, la palla passa al Coni nazionale: tempi ridotti per rivedere il campo? Dalla Commissione Tempo Libero e Sport nuove prospettive per l'impianto

Stadio “Puttilli”, la palla passa al Coni nazionale: tempi ridotti per rivedere il campo? <small class="subtitle">Dalla Commissione Tempo Libero e Sport nuove prospettive per l'impianto</small>

Anche il futuro dello stadio “Cosimo Puttilli” è piombato sul tavolo della VI Commissione “Affari Socio-Sanitari Sport e Tempo Libero”, tenutasi ieri mattina in Sala Consiliare. Il rischio di diventare una grande incompiuta sembra lentamente diradarsi all’orizzonte e un pizzico di ottimismo, a fronte degli ingenti ritardi registrati negli ultimi tempi, torna a farsi vivo. Nella prossima giunta comunale sarà formalizzato un protocollo d’intesa per l’assistenza tecnica per il “Puttilli” in sintonia con il Coni nazionale, e non più solo con quello regionale: “C’è ottimismo sui tempi, ma preferiamo non sbilanciarci-il commento dell’assessore comunale allo sport Antonio Divincenzo-stiamo lavorando per snellire quanto prima i tempi entro cui il “Puttilli” sarà utilizzabile per manifestazioni agonistiche”. Da Isidoro Alvisi, delegato provinciale, la palla passa così tra i piedi di Elio Sannicandro, referente regionale e fulcro dei rapporti con Roma. Nel mezzo, il pastiche connesso alla tenuta statica di alcuni settori dello stadio, neo venuto fuori durante i lavori avviati in luglio.


L’intenzione resta quella di lavorare su due fronti, quello del “Puttilli”, oggetto in questi giorni delle attenzioni del Coni, che interverrà sulla pista dei record di Pietro Mennea così come su altri sei impianti sportivi del Mezzogiorno per urgenti opere di sistemazione, e il “Manzi-Chiapulin”, struttura per il quale la delibera di ampliamento a 1000 posti è stata ratificata il 30 dicembre e per la quale ora si attendono i pareri propedeutici di Figc, Asl e Vigili del Fuoco prima di “andare in gara” ha precisato Divincenzo. “Abbiamo avuto incontri con il Coni e procederemo a una convenzione: sarà il Coni a elaborare una soluzione tecnica che permetta di ottenere una deroga per l’utilizzo del Manzi-Chiapulin anche in categorie diverse dall’Eccellenza. Attendiamo notizie ufficiali”. Una duplice direttrice per evitare il protrarsi dei trasferimenti domenicali al “San Sabino” di Canosa: i lavori di restyling del “Puttilli” saranno consegnati dalla Cms di Nocera Inferiore il 29 febbraio prossimo, ma resta da capire come definire l’agibilità dell’impianto. Non è escluso che sia “toccato”, in tal senso, proprio il finanziamento concesso per la sistemazione della pista di atletica resa celebre dalla Freccia del Sud.

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini