Barletta 1922, il riscatto passa dall’Hellas Taranto Domani alle 14:30 la sfida al San Sabino, dimenticare Altamura

Barletta 1922, il riscatto passa dall’Hellas Taranto <small class="subtitle">Domani alle 14:30 la sfida al San Sabino, dimenticare Altamura</small>

Un’altra settimana di passione in casa Barletta, tra i cambiamenti societari e di classifica. Adesso, dopo lo stop di Altamura e la sconfitta a tavolino contro il Gravina, ma soprattutto con una nuova dirigenza, i biancorossi devono necessariamente riprendere la marcia con le altre big del campionato. L’ostacolo di domani, atteso al San Sabino alle 14:30, è l’Hellas Taranto.

Sono state rese note le designazioni arbitrali per la partita Barletta-Sporting Pro (Hellas Taranto), valevole per la…

Posted by ASD Barletta 1922 on Venerdì 4 dicembre 2015

Salto di qualitàCome già anticipato da Frascati in settimana, il mercato appena aperto potrà dire molto sulle ambizioni in vista di aprile. A prescindere da ciò di cui si parlerà nei briefing dirigenziali annunciati, la squadra di Pizzulli non può più porsi limiti: il ko di domenica scorsa, giunto dopo quattro vittorie consecutive, non modifica né le potenzialità del gruppo né tantomeno la graduatoria, che vede il Barletta ancora in zona di vertice. La ripresa della marcia trionfale avviata con il Leverano, dunque, non può che passare dall’Hellas Taranto, compagine che naviga nei bassifondi dell’Eccellenza. Senza porre lo sguardo verso gli altri campi, ma con la consapevolezza di poter insidiare tutte le rivali di testa.

Gaetano Zingrillo, motore della mediana biancorossa.

Gaetano Zingrillo, motore della mediana biancorossa.

Pizzulli, uomini contatiCon il passaggio di Difrancesco al Corato, lo scacchiere barlettano non potrà contare su particolari avvicendamenti. Massimo Pizzulli, probabilmente, dovrebbe riprodurre fedelmente quanto visto nelle ultime uscite: chiavi della difesa affidate ancora a capitan Rizzi, mentre Zingrillo rappresenterà gran parte dei polmoni del centrocampo. Attacco ancora sulle spalle di Ladogana e Sguera, con il ballottaggio under da monitorare fino al fischio d’inizio: l’auspicio è quello di rivedere la stessa consistenza del derby con il Trani.

Giuseppe Pollidori, alla prima da presidente del Barletta.

Giuseppe Pollidori, alla prima da presidente del Barletta.

Società, sviluppi postpartita?L’ingresso di Di Paola è soltanto l’ultimo tassello in un assetto dirigenziale in continua evoluzione. Il nome di Fiore rimane in orbita biancorossa, nonostante Pollidori abbia acquisito il controllo da martedì, ma le sorprese potrebbero non finire qui. Quella contro l’Hellas Taranto deve essere, per forza di cose, l’ultima partita in apnea dal punto di vista dell’organico: una maggiore stabilità economica, automaticamente dichiarata in conferenza stampa, deve immediatamente trasformarsi in un investimento sul mercato, in modo da garantire al Barletta di continuare il cammino playoff. Dopo il match di domani, dunque, sarà tempo di concentrarsi concretamente sulla sessione invernale, con i primi innesti che potrebbero giungere dopo l’Immacolata.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Digitalab Home

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse