PalaDisfida: prima di entrare non guardatevi intorno Sedie e materassi circondano il tempio del futsal barlettano

PalaDisfida: prima di entrare non guardatevi intorno <small class="subtitle">Sedie e materassi circondano il tempio del futsal barlettano</small>

Materassi, sedie, cicche di sigarette e rifiuti di ogni tipo. No, non stiamo parlando di una discarica ma stiamo parlando di ciò che qualsiasi cittadino barlettano (o non barlettano) può trovare dinanzi ai propri occhi visitando l’esterno del PalaDisfida “Mario Borgia”.

La struttura di via Leonardo Da Vinci, inaugurata nel 2004 ed ormai riconosciuta da tutti i barlettani come tempio del futsal venendo utilizzato perlopiù in occasione delle gare casalinghe (e degli allenamenti) di Cristian e Futsal Barletta (squadre militanti nel campionato nazionale di serie B), ha raggiunto ormai una certa stabilità per quel che riguarda il proprio interno con gli spalti che si presentano curati e puliti e con il parquet rivitalizzato da un intervento datato gennaio 2015 che ne ha eliminato voragini e dislivelli.

PROMO mini

Certo, anche a livello di utilizzo della struttura, seppur siano stati fatti passi in avanti rispetto al passato (fino al 2012 si tenevano in pratica solo concerti) ci sarebbe ancora da migliorare magari diminuendo i costi di gestione permettendo così anche alle squadre di pallacanestro o volley (ancora collocate nel vecchio “PalaMarchiselli) di usufruirne, ma la vera emergenza è ora caratterizzata dalla manutenzione degli spazi esterni.

Appare assolutamente assurdo come gli ampi spazi che circondano la struttura siano completamente abbandonati a se stessi e caratterizzati dall’accumulo di sporcizia di vario genere lasciata in zone magari meno visibili agli occhi dei visitatori, più usi a frequentare l’ingresso principale (quelli sì, abbastanza curato), ma non per questo secondarie e da abbandonare.

PROMO mini
PROMO mini