Barletta 1922, verso il Leverano tra stimoli e incertezze Difficoltà societarie ancora palesi, ma la squadra vuole dimenticare Casarano

Barletta 1922, verso il Leverano tra stimoli e incertezze <small class="subtitle"> Difficoltà societarie ancora palesi, ma la squadra vuole dimenticare Casarano</small>

Mancano esattamente 48 ore al prossimo impegno dell’ASD Barletta 1922, che sarà impegnato tra le mura amiche del “San Sabino” contro il Leverano. Settimana particolare, quella che porta al match di domenica, con gli ormai noti problemi societari a tener banco quanto e più del calcio giocato.

Capitolo società – La conferenza stampa di martedì pomeriggio ha distolto l’attenzione dei tifosi dalla partita contro i salentini. Il rischio di non poter ottemperare alle spese più imminenti, prima tra tutte quella legata ai trasferimenti per le prossime trasferte, ha messo in guardia la piazza biancorossa. Ancora nessuna novità sul fronte delle trattative: il nome di Fiore rimane quello più accreditato, ma l’aura di mistero che circonda l’interessamento non permette di dare indicazioni precise. Bisognerà attendere ulteriori risvolti, sperando che possano giungerne di positivi nel corso della prossima settimana.

PROMO mini

La voglia della squadra – Accettare la sconfitta di Casarano e ripartire. È questo il diktat imposto dal tecnico biancorosso Pizzulli, che ben conosce l’importanza del prossimo incontro. La sfida al Leverano non si discosta parecchio da quella contro il Grottaglie: incamerare tre punti significherebbe allontanarsi dalla zona calda ed avvicinarsi alle zone interessanti della parte sinistra, visto il gap ridotto tra diverse pretendenti. Per l’occasione, l’allenatore avrà a disposizione tutti gli effettivi e potrebbe confermare l’undici sceso in campo al “Capozza”, con l’auspicio di ritrovare una maggiore concretezza in fase offensiva. Sguera e compagni, dal canto loro, non aspettano altro. Come quindici giorni fa, il pubblico amico sarà l’arma in più? L’intero ambiente lo spera.

Il Leverano – Vietato abbassare la guardia, una volta lette le statistiche. Gli avversari attesi al “San Sabino” non hanno ancora ottenuto punti lontano dalle mura amiche: il penultimo posto a quota 6, fino a questo momento, è frutto del bottino conquistato in casa. La media esterna del Leverano dev’essere lo stimolo in più per i biancorossi, non un fattore da prendere alla leggera: una vittoria contro i salentini renderebbe meno amaro il -1 ormai imminente, relativo al match contro il Gravina. I calcoli, però, si faranno soltanto a match concluso.

Fischio d’inizio previsto per le 14:30, dirige l’incontro il sig. Alessandro Recchia della sezione di Brindisi. Assistenti saranno Roberto Nardi e Fabio Guidetti, entrambi della sezione di Taranto.

PROMO mini
PROMO mini