Barletta 1922 & Fiore, possibile la fumata biancorossa? Arrivano le dimissioni dalla Fidelis Andria, la prossima settimana potrebbero esserci novità

Barletta 1922 & Fiore, possibile la fumata biancorossa? <small class="subtitle">Arrivano le dimissioni dalla Fidelis Andria, la prossima settimana potrebbero esserci novità</small>

Se son rose…fioriranno. Mai antico proverbio fu più vivo e utilizzato per  cieli della Barletta calcistica come nelle ultime ore: a far da sfondo all’interrogativo è il possibile arrivo in seno al sodalizio biancorosso di Francesco Fiore, ormai ex vice-presidente della Fidelis Andria. Le dimissioni di Fiore dal club biancazzurro dell’imprenditore barese Paolo Montemurro sarebbero arrivate nella giornata di ieri e sebbene ad ora (14.47 del 18 novembre) la Fidelis non abbia emesso comunicazioni ufficiali in merito, di fatto Fiore ha concluso la sua esperienza in società, avviata nel 2013 e contraddistinta dal doppio salto di categoria dall’Eccellenza alla Lega Pro.

Francesco Fiore ai tempi della Fidelis Andria

PROMO mini

Le ultime 24 ore sono state fitte di rumors: allontanata l’ipotesi legata all’imprenditore campano Casillo, in tanti hanno legato il futuro biancorosso allo stesso Fiore, che avrebbe anche informato i tifosi della Fidelis Andria della sua decisione ieri sera sbottonandosi circa il suo futuro: altri segnali che avallano la pista arrivano da Bisceglie (serie D), altro club attenzionato-seppure il diretto interessato avesse smentito a denti stretti- negli scorsi giorni dall’imprenditore 37enne, con il club nerazzurro pronto a finire nelle mani di un investitore marchigiano del settore edile e della ristorazione.  Restano però vivi in casa biancorossa anche contatti con investitori di città limitrofe. Novità sono attese entro la prossima settimana, mentre la squadra prepara la trasferta di Mola e l’impegno interno con la Vigor Trani:  nei fatti il Barletta 1922, iscritto in estate al campionato di Eccellenza Pugliese grazie alla raccolta popolare avviata in città al termine della disgraziata era-Perpignano, e ora retto dalla volontà di pochi barlettani e onorato sul campo dalla truppa-Pizzulli, attende ossigeno per le proprie casse e sogna di lottare per le zone alte della graduatoria fino alla fine. E se son rose…fioriranno.

PROMO mini
PROMO mini