Barletta 1922, il derby di Davide Fabiano Intervista al centrocampista tranese, alla "prima" contro la sua ex squadra

Barletta 1922, il derby di Davide Fabiano <small class="subtitle">Intervista al centrocampista tranese, alla "prima" contro la sua ex squadra</small>

Poco più di 24 ore e sarà derby: Barletta-Vigor Trani, partita vista negli ultimi anni solo nelle amichevoli del giovedì, torna a valere tre punti e domani (ore 14.30) al “San Sabino” sarà sfida di alta quota. Partita particolare, per i contorni societari e tecnici da entrambe le parti, per la quale si attende una bella cornice di pubblico sugli spalti. Partita dal peso specifico ancor maggiore per Davide Fabiano, 25 anni di cui sette spesi nelle file tranesi, sua città d’origine: approdato in agosto in casa biancorossa, Fabiano ha sin qui viaggiato tra panchina e 11 titolare, ma presentando un rendimento costante: “Non è una partita come le altre-ammette a denti stretti ai microfoni di BarlettaSport.it-a Trani sono cresciuto umanamente e professionalmente. Ho vissuto sette belle stagioni, tra cui l’ultima culminata con il terzo posto e il mancato aggancio ai playoff solo a causa del regolamento (troppi punti di distanza tra seconda e terza, ndr): ora sto bene a Barletta e penso solo a dare il massimo per la causa biancorossa”.

Un'esultanza del gruppo biancorosso nella stagione 2015-2016.

Un’esultanza del gruppo biancorosso nella stagione 2015-2016.

 

PROMO mini

Barletta che arriva alla sfida forte di nove punti nelle ultime tre partite e di una classifica che, in attesa della “perdita” del punto ottenuto contro il Gravina, recita quota 21 punti e quarto posto. Il tutto in attesa di possibili novità nei quadri societari a stretto giro di posta: “Siamo in un ottimo momento di forma-spiega Fabiano-mister Pizzulli ci tiene tutti sulla forma e il gruppo è davvero coeso: tutti si sentono titolari e riusciamo a esprimerci al massimo. La  classifica? Non la guardiamo, l’obiettivo primario è la salvezza. Poi vedremo cosa può succedere nell’immediato futuro”. I meriti sono condivisi con tutti, dentro e fuori dal campo, la spinta può arrivare dal sostegno dei tifosi: “Sono sempre al nostro fianco-il commento di Fabiano-offrono davvero un bello spettacolo dentro e fuori casa. A Mola ci hanno dato tanta energia per riuscire a portare a casa i tre punti. Sono certo che domenica sarà anche una bella festa per lo sport”. E nel Barletta che sin qui ha visto andare in rete quasi esclusivamente Ladogana e Sguera, eccezion fatta per i tre centri di Rizzi, Difrancesco e Cantatore, quando toccherà a Fabiano esultare per una marcatura? “Spero quanto prima, anche se non è il mio compito principale: a prescindere da chi segna, conta solo far punti. Se dovessi segnare nel derby? E’ un bel casotto (ride, ndr)”. Comunicate intanto le designazioni arbitrali per Barletta-Vigor Trani: a dirigere l’incontro sarà Emanuele Bracaccini della sezione di Macerata, mentre i suoi assistenti saranno Luca Di Masi della sezione di Bari e Davide Fedele, della sezione di Lecce.

PROMO mini
PROMO mini