Barletta Calcio, aspettando il primo passo Festa patronale senza calcio in biancorosso. Manca poco o ci si allontana?

Barletta Calcio, aspettando il primo passo <small class="subtitle">Festa patronale senza calcio in biancorosso. Manca poco o ci si allontana?</small>

Saranno tre giorni di celebrazioni in città, con la festa patronale che ormai incalza. Nonostante afa e distrazioni, non si può fare a meno di tornare sull’argomento che, purtroppo, dovrebbe tener banco ancora per diverse settimane. Il Barletta Calcio è ancora in bilico nelle serie dilettantistiche, senza una stabile dimora finchè uno degli eventuali acquirenti, finora estremamente timidi, non decida di compiere il passo definitivo verso il rilevamento del club.

Luglio è cominciato sotto il segno dei rumors e dei presunti incontri tra i vari gruppi imprenditoriali eventualmente in corsa. Dal flash di Azzollini al ritorno di Pasquale Di Cosola, passando dal binomio Divittorio-Pavone che continua a tenere banco, ma ancora senza conferme sull’interessamento. Nel frattempo, il tempo scorre e il Comune di Barletta, che dovrebbe fare da garante per la prossima trattativa, non sa ancora per chi poter parteggiare.

PROMO mini

Eppure, le ultime indiscrezioni parlano di una nuova corrente, parecchio accreditata, che si starebbe muovendo sotto traccia. Ancora sconosciuti i nomi in questione, ma gli ambienti politici cominciano a far trapelare un sintomo di vicinanza alle sorti del Barletta Calcio. Dopo la festa patronale, con tutta probabilità, ci saranno aggiornamenti in tal senso: resta da capire se saranno positivi, e allora il biancorosso potrà tornare a sventolare, o negativi, e quell’associazione di colori rimarrà ammainata.

L’auspicio di tutta la tifoseria, ovviamente, è che questa situazione sull’orlo di un ulteriore baratro possa risolversi al più presto e con un esito soddisfacente. Ma ci sarà ancora da aspettare.

PROMO mini
PROMO mini