Barletta Calcio, stadio in ostaggio Manca la consegna delle chiavi, martedì l'ingresso forzato?

Barletta Calcio, stadio in ostaggio <small class="subtitle">Manca la consegna delle chiavi, martedì l'ingresso forzato?</small>

Sembra quasi una commedia, ma c’è davvero poco da ridere in quello che potrebbe materializzarsi dopo il fine settimana. L’inizio dei lavori allo stadio Puttilli è previsto per il 22 giugno, ma la cantierizzazione potrebbe partire con 24 ore di ritardo e senza le cerimonie formali pronosticate nel corso dei giorni scorsi.

Per avviare le procedure serve l’autorizzazione da parte del presidente del Barletta, Giuseppe Perpignano, che dovrà consentire la consegna delle chiavi dell’impianto al Comune. Il patron biancorosso è ancora depositario della convenzione che lega il club e l’amministrazione comunale, che scadrà il 30 giugno ed è rimasta intatta nonostante i disservizi relativi alle utenze principali, come acqua e gas assenti da inizio maggio.

PROMO mini

In caso di mancata autorizzazione e mancato sgombero in via Vittorio Veneto, previa sollecitazione ribadita in settimana, il Comune procederà con un’azione di forza volta ad accelerare le pratiche dell’inizio dei lavori: nella giornata di martedì, dunque, se non avverrà la consegna delle chiavi, potrebbe esserci un ingresso forzato all’interno dell’impianto.

Nel frattempo, Perpignano non ha ancora provveduto a saldare le scadenze economiche previste per il 16 giugno. Tassello che passa quasi inosservato, considerando l’affidabilità del presidente del Barletta, ma in vista del giorno 27 rischia di gravare ancor di più sulla già disastrata situazione finanziaria della società.

PROMO mini
PROMO mini