Barletta Calcio, la raccolta dei cocci Inadempienze finanziarie o sanzioni federali e penali, la Lega Pro è un miraggio

Barletta Calcio, la raccolta dei cocci <small class="subtitle">Inadempienze finanziarie o sanzioni federali e penali, la Lega Pro è un miraggio</small>

Fino a poco più di 24 ore fa, la speranza dell’intera tifoseria era quella di raccattare denaro fresco per tamponare il buco da un milione di euro, un debito che rischiava di far sparire il Barletta Calcio. Poi la batosta del calcioscommesse, il colpo di grazia dopo un anno di frustate sulla schiena dei tifosi biancorossi. Un fardello sembrava già insostenibile, due suonano come una condanna.

Tutto comincia dall’indagine della Procura di Catanzaro, che porta all’arresto del tecnico Ninni Corda. Non nuovo alle forze dell’ordine l’allenatore sardo, già implicato in casi simili ai tempi del Savona. Stavolta il polverone è ben più ampio e pare non scamparlo nessuno: perquisita l’abitazione genovese di Perpignano, accusato di frode sportiva, mentre non sono ancora reperibili il ds Condò e il collaboratore tecnico Casapulla. Il Barletta è nel fango con tutte e due le scarpe, e all’orizzonte non c’è nessuno disposto a tirarlo fuori.

Bellino Mini Wide

A questo punto, le alternative sono due: ripianare il debito e salvare la categoria, andando però incontro alle sanzioni penali e federali che potrebbero comportare una retrocessione in caso di accertamento della responsabilità oggettiva, oppure ripartire dalle categorie dilettantistiche o regionali con un altro titolo, evitando tutti i fardelli che maturerebbero alla resa dei conti. In ogni caso, è la più grande sconfitta del calcio barlettano, anche più grande di quella del 1995: questa volta non è semplice fallimento, ma si tratta di una decisione da prendere spalle al muro, con l’onta di aver preso parte al marcio del pallone italiano.

Si apre un’estate di assoluta sofferenza per la piazza biancorossa, che dovrà raccogliere il maggior numero possibile di cocci e ricostruire qualcosa che assomigli ad una società, possibilmente senza le figure che hanno martoriato il nome del club negli ultimi mesi. Il 19 maggio passa alla storia come la data della consapevolezza, il giorno in cui si spengono le speranze e si rimboccano le maniche per un futuro a caccia del riscatto.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini