Barletta, sconfitta indolore e festa granata I biancorossi perdono a Salerno per tre a uno. I campani vanno in serie B

Barletta, sconfitta indolore e festa granata <small class="subtitle">I biancorossi perdono a Salerno per tre a uno. I campani vanno in serie B</small>

Il Barletta esce sconfitto per tre a uno dalla sfida con la capolista Salernitana, che conquista la matematica certezza della promozione in B proprio in occasione della sfida coi biancorossi. Turchetta illude, poi i locali rimontano e vincono.

Il Barletta si presenta all’Arechi di Salerno con la salvezza già in tasca per giocare contro un avversario voglioso di conquistare la promozione in serie B. A seguire la squadra di casa ci sono circa 20 mila spettatori, di cui un centinaio barlettani. Mister Corda si affida al 4-3-3 inserendo Sokoli e Kiakis dal primo minuto: il primo dei due si posiziona a sinistra, mentre il secondo va al centro al fianco di Stendardo. La Salernitana, dal canto suo, si affida a 4-2-3-1 con Perrulli e Gabionetta sugli esterni, Negro sulla trequarti e Calil come unica punta.

Zingrillo mini wide

I biancorossi assistono alla festa granata, ma prima tentano di mettere lo sgambetto alla formazione di casa. Ci pensa Turchetta, dopo appena 12 minuti di gioco, ad approfittare di uno svarione difensivo della Salernitana. Il “Turco” deposita la sfera in fondo al sacco con un preciso destro, che Gori non trattiene. La reazione dei granata è immediata: cross di Franco dalla destra e girata al volo di prima intenzione da parte di Negro. La sfera s’insacca ed i locali fanno uno a uno, riequilibrando immediatamente le sorti del match. Alla mezz’ora giunge l’episodio che dà la svolta all’incontro, perché Cortellini scivola in area e blocca la sfera col braccio. Per il direttore di gara non ci sono dubbi: calcio di rigore per la Salernitana. Il brasiliano Gabionetta si porta sul punto di battuta, spiazza Liverani e ribalta il punteggio. Due a uno per la Salernitana. Sarà questo il punteggio finale della prima frazione.

La seconda frazione non riserva tante emozioni come la prima. Il Barletta decide di svolgere il ruolo di sparring partner della squadra dei cavallucci marini. Mister Corda si affida ai giovani e getta nella mischia il centrocampista Giannarelli, scuola Juventus. Poi tocca a Rizzitelli, che rileva Danti in avanti. Infine spazio a Perpignano junior a centrocampo dopo l’uscita di Kiakis. A Salerno si smette di giocare e si attendono notizie da Benevento, dove il Mesisna trova la rete del pareggio: scoppia la festa granata.

Il Barletta non fa più nulla e subisce il terzo gol, quello col quale i salernitani chiudono definitivamente i conti. Mendicino trova un gran bel destro sotto misura e fa 3 a 1. I granata attendono la fine dell’incontro di Benevento e, allo scadere dei minuti di recupero, giunge il momento di far festa.  I tifosi biancorossi possono augurarsi di imitare le gesta degli amici granata nei prossimi anni.

Il tabellino

Salernitana (4-2-3-1): Gori, Colombo, Lanzaro, Tuia, Franco; Moro, Favasuli; Gabionetta, Negro, Perrulli; Calil. Sost: al 66′ Mendicino per Perrulli; al 79′ Bovo per Calil; al 90′ Bocchetti per Moro.

Barletta (4-3-3): Liverani, Sokoli, Stendardo, Kiakis, Cortellini; Palazzolo, De Rose, Legras; Turchetta, Fall, Danti. Sost: al 59′ Giannarelli per Palazzolo; al 65′ Rizzitelli per Danti; al 71′ Perpignano per Kiakis.

Reti: 12′ Turchetta, 13′ Negro, 32′ Calil, 87′ Mendicino.

Ammonizioni: Mendicino (S), De Rose (B), Legras (B), Perpignano (B).

Brainwave Mini Wide Post

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Brainwave Mini Wide Post
Brainwave Skyscraper
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Brainwave Mini Wide Post