Audace, due stoccate al Molfetta I biancorossi si impongono 2-0 e dimenticano il massacro di Cerignola

Audace, due stoccate al Molfetta <small class="subtitle">I biancorossi si impongono 2-0 e dimenticano il massacro di Cerignola</small>

Mai come stavolta, la legge del Manzi-Chiapulin sarebbe servita all’Audace Barletta. Le mura casalinghe non tradiscono i biancorossi, che superano 2-0 la Virtus Molfetta e dimenticano gli spettri della domenica precedente, quando la capolista Cerignola attuò il massacro con dieci palloni in fondo al sacco.

I ragazzi di Filomeno reagiscono alla grande contro una diretta concorrente per la salvezza. Bastano dieci minuti per concretizzare tutta la rabbia accumulata in settimana: Adesso sfrutta una punizione di Lanotte e porta in vantaggio i barlettani, che sfiorano ripetutamente il raddoppio con Crudo e Ricco nelle fasi successive della frazione. Si va però al riposo con il minimo scarto.

Brezza Marina Articolo

La ripresa comincia con lo stesso spartito del primo tempo, ma l’Audace fa fatica a chiudere la contesa. Nessun rischio per i padroni di casa, che stazionano stabilmente nella metà campo avversaria. Il match vede finalmente la sua conclusione al minuto 83: il lob di Crudo termina in rete per il raddoppio biancorosso e i tre punti vanno definitivamente in cascina.

Con questo successo, la squadra di Filomeno sale a quota 35 punti in classifica e torna al settimo posto, mettendo addirittura nel mirino la zona playoff. Con la zona rossa a distanza di sicurezza, le ambizioni dei barlettani passano dalla trasferta di domenica prossima sul campo della Nuova Andria.

Brezza Marina Articolo
Brainwave Mini Wide Post