Barletta – Reggina, le interviste a margine In conferenza parlano i due tecnici, assieme a Cortellini e Radi

Barletta – Reggina, le interviste a margine <small class="subtitle">In conferenza parlano i due tecnici, assieme a Cortellini e Radi</small>

Mister Alberti, allenatore Reggina

“Abbiamo giocato una partita combattuta ed abbiamo segnato due reti alla difesa migliore del campionato. Il Barletta gioca un bel calcio ed è una squadra molto organizzata: ha fatto il decimo risultato utile consecutivo. Nel primo tempo abbiamo concesso loro molto poco, mentre nella seconda frazione abbiamo avuto dieci minuti di black out.
Ho scelto di inserire Viola perché ha caratteristiche diverse rispetto a Louzada. Viola ha bisogno di un compagno di reparto e nel secondo tempo abbiamo cambiato l’assetto ed abbiamo pareggiato. Credo che il pari sia il risultato giusto: questa volta siamo stati concreti. Abbiamo segnato quattro reti nelle ultime due partite superando le difficoltà ad andare in rete”.

Marco Sesia, allenatore Barletta

“Stiamo costruendo molto e questo può essere un dato positivo. Abbiamo avuto una occasione clamorosa con Fall nella prima frazione, poi abbiamo trovato la rete. Il loro gol del due a due è stato rocambolesco. Abbiamo fatto una buona partita dal punto di vista tecnico, anche se non abbiamo fatto i gol che avremmo potuto fare.

PROMO mini

Il passaggio a cinque in difesa mi è servito per favorire il gioco sulle corsie esterne con Meola e Cortellini. Credo che le ultime quattro partite pareggiate avremmo potuto vincerle. Questa squadra ha raccolto nell’ultimo mese molto meno di quanto non abbia seminato.

Il Barletta ha avuto un’occasione clamorosa con Fall nel primo tempo: andare in vantaggio avrebbe cambiato la gara. Abbiamo avuto anche l’occasione per fare il terzo. Stendardo, Radi e Venitucci risultano squalificati e bisognerà lavorare molto in settimana al fine di sostituire queste pedine al meglio. Ho fatto uscire Legras e non Branzani perché mi serviva un saltatore che contrastasse Balestrieri sugli sviluppi delle palle inattive. Credo che il migliore modulo per questo Barletta sia il 4-3-3, anche se possiamo optare per soluzioni diverse in corso d’opera”.

Alessandro Radi, difensore Barletta

“Abbiamo avuto molte defezioni nel corso di questo campionato. In Lega Pro non ci sono molte squadra che giocano un calcio spumeggiante, forse una o due. Ho visto grande abnegazione da parte di tutti, anche da parte di quelli che hanno trovato poco spazio fin qui: sono ottimista per il prosieguo. Siamo passati in svantaggio negli ultimi quattro primi tempi e questo dato non deve fuorviare. Produciamo un’enorme mole di gioco e proviamo subito a segnare”.

Roberto Cortellini, difensore Barletta

“Ho segnato un bel gol ed è servito a pareggiare. Dispiace per non aver vinto. Nelle ultime quattro partite non abbiamo cambiato atteggiamento, ma siamo andati sempre in svantaggio. Sicuramente il Barletta preferisce giocare a campo aperto. Cerco di mettere la mie esperienza, frutto delle trenta e passa primavere, al servizio dello spogliatoio aiutando i giovani a crescere. Non ho timori in vista della trasferta di Torre Annunziata: ci sono tante pedine a disposizione e potremo far fronte alle defezioni. Dedico il gol a mia figlia che ha compiuto otto anni”.

PROMO mini
1 commento
PROMO mini