Barletta Calcio, la nuova identità Quinta vittoria consecutiva, seconda senza Floriano. L'evoluzione della squadra

Barletta Calcio, la nuova identità <small class="subtitle">Quinta vittoria consecutiva, seconda senza Floriano. L'evoluzione della squadra</small>

Non è un fuoco di paglia, né la massima espressione tecnico-tattica del girone C di Lega Pro. Si tratta solo di una squadra che si riscopre capace di una reazione imponente, rabbiosa ed efficace dopo le tante difficoltà dell’ultimo periodo, una squadra che getta il cuore oltre l’ostacolo sul terreno di gioco e cerca di non far pesare sulla piazza la delicata situazione societaria, che continuerà sullo stesso filo del rasoio fino a metà febbraio.

Marco Sesia, continuano i progressi.

Marco Sesia, continuano i progressi.

DA CATANZARO A MESSINA – Questo è il Barletta di Marco Sesia che, a dire il vero, un’evoluzione tattica la sta già portando avanti da tempo e trova uno dei suoi picchi proprio nella trasferta di ieri pomeriggio. I biancorossi sbancano Messina con un perentorio 2-0, frutto di una gara sorniona per almeno tre quarti, con qualche colpetto per sondare il terreno, prima di affondare il coltello nella difesa siciliana. Due gol in rapida successione ad un quarto d’ora dalla fine, una gestione mentale che si discosta sempre di più da quella sciagurata di Pagani e Catanzaro, una consapevolezza dei propri mezzi che sembrava pura utopia fino ad un mese fa. Ma anche meno. Perchè la reazione della squadra non è soltanto alle difficoltà dirigenziali di dicembre, ma anche alla partenza di quello che, per quattro mesi e mezzo, è stato il suo uomo-simbolo.

PROMO mini

NON PIÙ FLORIANO-DIPENDENTI – Dalla partenza di Floriano, il Barletta ne esce rivitalizzato sotto l’aspetto del gioco e della testa. Nessuna dipendenza dal singolo ed un ventaglio di soluzioni scoperto grazie ad una nuova imprevedibilità, come se il campionato fosse ricominciato all’improvviso. Senza l’asso nella manica, probabilmente, Sesia e i suoi sono riusciti a sfoggiare tutte le qualità fino a quel momento inespresse, permettendo alla manovra di non fossilizzarsi sulla solita giocata. E forse anche grazie alla partenza dell’ex idolo della tifoseria biancorossa, giocatori come Venitucci e Danti sono emersi da un temporaneo oblìo che aveva offuscato soprattutto l’ex Foggia, a segno per la prima volta in campionato al San Filippo.

Giuseppe Perpignano, rinforzi entro il derby.

Giuseppe Perpignano, rinforzi entro il derby.

MERCATO INDISPENSABILE – Nonostante gli incastri delle ultime due partite, che si uniscono alle tre precedenti vittorie, lungi dal pensare che al Barletta bastino questi elementi. Un sostituto di Floriano continua ad essere necessario, la coperta rimane corta e non ci si può continuamente affidare alle intuizioni di Sesia, che a Messina lancia Cortellini interno di centrocampo per sopperire all’assenza di De Rose. Prima del derby contro il Lecce dovrebbe cominciare il valzer degli innesti, secondo quanto promesso da Perpignano durante il postpartita di Goal su Goal su Amica9. La sensazione unanime è che il tecnico piemontese meriti di poter lavorare al meglio delle possibilità e con una rosa variegata. Allo stesso modo, la piazza merita di potersi divertire senza patemi esterni al terreno di gioco e, magari, ottenere una salvezza anticipata a prescindere dall’imminente penalizzazione. Basteranno pochi giorni per comprendere le reali intenzioni del patron biancorosso, chiamato a rimpiazzare il simbolo del girone d’andata ed arricchire l’attuale parco giocatori. Il resto, poi, verrà svelato il 16 febbraio.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini