Mercato, l’anno che verrà Barletta Calcio, le cessioni per sbloccare il mese di gennaio

Mercato, l’anno che verrà <small class="subtitle">Barletta Calcio, le cessioni per sbloccare il mese di gennaio</small>

Programmare a lungo termine diventa un’impresa titanica. I piccoli passi compiuti dalla dirigenza del Barletta non permettono di poter guardare oltre quel 16 febbraio, data della prossima scadenza bimestrale relativa a stipendi e contributi. Nel mezzo, l’inizio del girone di ritorno ed un mercato da organizzare, guardando ai rinforzi in caso di partenze ormai annunciate.

Floriano e le pretendenti – Primo nome del mercato in uscita, ovviamente, è Roberto Floriano. L’esterno biancorosso è la principale pedina da cui la dirigenza di via Vittorio Veneto dovrebbe far cassa ed eventualmente trarre un elemento in grado di rimpiazzarlo. Molto dipenderà dagli sviluppi a partire dal 5 gennaio, giorno dell’apertura del mercato. Fino a questo momento, Juve Stabia e Ascoli rimangono i principali offerenti. Da non scartare l’ipotesi Matera, con cui potrebbe intavolarsi anche uno scambio con Guerra più conguaglio economico, così come non si può ancora escludere un approdo in Serie B. All’orizzonte tanta incertezza ed una possibile asta: il pupillo di Perpignano ha già la valigia pronta.

PROMO mini

De Rose, aspettando l’offerta – E se andasse via anche un altro tassello? La partenza di Francesco De Rose, al momento, non è tra i primi movimenti del mercato biancorosso. Sul giocatore c’è solo la Salernitana, che in questi giorni conferma la necessità di dover liberarsi di alcuni ingaggi, prima di intervenire in entrata. Nulla di nuovo sul fronte Castiglia, possibile contropartita tecnica da affiancare ad un’offerta non indifferente: il calciatore sembra andare verso Messina, quindi i campani si troverebbero a parlare di solo cash con il Barletta. Gli ambienti granata, però, danno per blindato il centrocampista barlettano, che potrebbe partire soltanto per una proposta irrinunciabile.

Diventa chiara, dunque, la linea della sessione invernale. Prima di poter parlare di entrate ed interessamenti vari, Perpignano e i suoi dovranno fronteggiare le diverse richieste che sono giunte e giungeranno in sede, in modo da rientrare nelle spese dopo un dicembre preoccupante. Da lunedì si scopriranno le carte in tavola e si saprà se i gioielli sul piatto saranno solo questi due.

PROMO mini
PROMO mini