Barletta, playout “a vista” I biancorossi scivolano al quintultimo posto: ora occorre battere l'Aversa

Barletta, playout “a vista” <small class="subtitle">I biancorossi scivolano al quintultimo posto: ora occorre battere l'Aversa</small>

Il Barletta entra a far parte della zona “calda” della classifica. L’ultima giornata di campionato lascia in dote ai biancorossi il quintultimo posto in classifica, in coabitazione col Cosenza. Ora i barlettani non possono permettersi passi falsi.

Una giornata, quella appena conclusasi, che ha visto il Martina Franca imporsi al photofinish sul Messina. La compagine tarantina, in questo modo, si è portata avanti in classifica superando i barlettani. Peloritani momentaneamente in vantaggio con Izzillo e poi rimontati nel secondo tempo. Nel secondo tempo sale in cattedra Montalto, che ne fa due e permette ai suoi di inserire la freccia del definitivo sorpasso.
Si muove la classifica nei bassifondi e questo non fa bene ai barlettani: a Torre Annunziata, Savoia e Cosenza optano per il riparto della posta in palio (finisce uno a uno, ndr). Ma il pari dei cosentini giunge nel bel mezzo dell’Extra time. Vince l’Ischia e abbandona la penultima piazza: battuta per due a zero la Reggina, sempre più ultima in classifica assieme all’Aversa. E sarà proprio la squadra della provincia di Caserta la prossima avversaria del Barletta.

PROMO mini

I biancorossi, alla luce di questa classifica, non potranno sottovalutare l’impegno. L’Aversa ha tenuto testa per 90 minuti alla Juve Stabia, squadra facente parte delle “fantastiche 4” che si contenderanno la vittoria del torneo. Migliorini fa autogol dopo nove minuti, poi le vespe acciuffano la gara per i capelli grazie al pareggio di Guido Gomez al 67′. Al 94′, in pieno recupero, lo stesso Gomez regala la vittoria agli stabiesi e l’ennesimo dispiacere ai prossimi avversari del Barletta. Una beffa autentica.

Infine il Melfi. Gli uomini di Bitetto battono la casertana per una rete a zero in casa e si tirano fuori dalla zona Playout. Questo risultato rappresenta la vera sorpresa di giornata e spacca in tre la classifica. Le prime quattro (Salernitana, Benevento, Juve Stabia e Lecce) faranno un discorso a parte per la B. Il gruppone centrale cercherà di raggiungere l’ultimo posto playoff. Dal tredicesimo gradino, occupato dal Messina, fino al ventesimo si lotterà per mantenere la categoria. La sfida è aperta e vede coinvolto pienamente anche il Barletta. Ora si deve cominciare a fare sul serio…

PROMO mini
PROMO mini