Barletta Calcio, scatto anti-crisi La vittoria scaccia i fantasmi dei playout e restituisce serenità all'ambiente

Barletta Calcio, scatto anti-crisi <small class="subtitle">La vittoria scaccia i fantasmi dei playout e restituisce serenità all'ambiente</small>

L’acqua era arrivata ben oltre la gola e la situazione stava sfuggendo di mano. Sarà uno strano incantesimo di questa maglia, ma è nelle situazioni peggiori che arriva il colpo di coda e la successiva boccata d’ossigeno. Il Barletta archivia la serie di sei sconfitte consecutive tra campionato e coppa, batte il Martina e torna a respirare dopo la caduta in zona playout, giunta subito dopo il ko di Pagani.

Il primo pensiero al triplice fischio di Rapuano va alla panchina di Sesia, salva dopo i pericoli di ottobre e nonostante le critiche sollevate durante la striscia negativa. Il tecnico biancorosso tira un sospiro di sollievo anche in conferenza stampa, ma è ben più profondo quello del pubblico biancorosso, autentico trascinatore nella serata di ieri. La vicinanza della tifoseria, dimostrata in settimana, porta i suoi frutti e sostiene i giocatori in un match reso complicato dalle lacune ancora evidenti in zona offensiva.

PROMO mini
Cortellini e Floriano, a segno contro il Martina.

Cortellini e Floriano, a segno contro il Martina.

I trascinatori – Sì, è una squadra che necessita di grandi personalità. La personalità di un giocatore come Floriano, che prima si prende la responsabilità di battere un penalty, poi rimedia all’errore con una rasoiata che si infila nel sette. La personalità di De Rose, padrone della mediana e pericoloso anche con le conclusioni da fuori area, oltre che con le percussioni in contropiede che spianano la strada agli attaccanti biancorossi. La personalità di Liverani, che nella prima frazione sceglie bene il tempo e si avventura in uscita bassa, spazzando dal limite dell’area un pallone pericoloso. La personalità di Cortellini, che segue l’azione e si reinventa match-winner in una partita che, dopo il pareggio di Arcidiacono, rischiava di incanalarsi sui binari di un equilibrio difficilmente scalfibile. Le stesse personalità dalle quali il Barletta non può prescindere, ma nemmeno dipendere: le prestazioni dei singoli spiccano in una vittoria di misura, ma devono rappresentare un segnale per l’intera squadra, che dovrà imparare ad essere autonoma quando torneranno le giornate-no dei suoi pupilli.

Il sostegno della Curva Nord.

Il sostegno della Curva Nord.

Scarsa finalizzazione e un pizzico di fortuna – Se il primo tempo fosse finito con un poker biancorosso, difficilmente a Martina avrebbero potuto obiettare. L’annoso problema della freddezza sotto porta si ripresenta anche nel derby con gli azzurri, che rimangono in corsa fino al termine del match grazie agli errori dei primi quarantacinque minuti. Fall caccia sudore e dolore tra scatti e contrasti, ma continua a rimanere a secco: dall’altra parte, due minuti di spazio agli ospiti rischiano di portare al pareggio, che puntualmente arriva in apertura di ripresa. Netto l’errore della difesa, che taglia in blocco sul primo palo e lascia Arcidiacono libero di colpire a rete. Ma qualche volta la ruota gira anche a favore dei biancorossi, capaci di rimettere la testa avanti dopo dieci minuti grazie alla rete di Cortellini e all’errore di valutazione di Bleve. E il più delle volte la fortuna te la crei. E capita anche che, nei minuti di recupero, il pallone lanciato alla disperata dai giocatori del Martina non entri neppure in area. Forse perchè la piazza merita un sorriso dopo un intero mese di lunedì corrucciati, forse perchè basta poco per rimboccarsi le maniche e raggiungere la salvezza.

Il Barletta torna quindi al successo dopo due mesi di astinenza. Una vittoria di gruppo, non solo dell’ambiente di via Vittorio Veneto ma anche di una tifoseria che cerca di stare vicino alla squadra, cosa che prova a fare anche la stampa con il comunicato pubblicato nel pomeriggio di oggi. Con questo spirito si riprende il cammino e si guarda al secondo impegno casalingo consecutivo, stavolta contro il Melfi. La caccia alle conferme dopo la gioia di ieri è già cominciata.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini