Catanzaro-Barletta, prima e dopo L'ultimo incontro pre-gemellaggio. Il racconto di quella partita

Catanzaro-Barletta, prima e dopo <small class="subtitle">L'ultimo incontro pre-gemellaggio. Il racconto di quella partita</small>

Quando si parla di trasferta a Catanzaro o di partita in casa con i giallorossi, ciò che accade sul terreno di gioco è spesso superfluo. Conta davvero il rapporto tra le tifoserie, quel gemellaggio che attualmente tocca quota 27 anni. Il risultato, almeno per qualche minuto, viene lasciato in secondo piano e gli spalti rubano la scena ai ventidue giocatori in campo.

Il binomio quasi trentennale viene naturale, soprattutto per le nuove generazioni che non hanno vissuto la cementificazione di quel legame sul finire degli anni ’80. Ma c’è una storia che lega Catanzaro e Barletta anche prima di quel 31 maggio 1987, quando i calabresi ufficializzarono la loro promozione in Serie B e i biancorossi si preparavano a raggiungerli nella domenica successiva. C’è anche una storia che si conclude il giorno 11 gennaio di quello stesso anno, l’ultima partita da non gemellati.

PROMO mini
Tifosi del Barletta a Catanzaro, 11 gennaio 1987.

Tifosi del Barletta a Catanzaro, anni ’80 (foto U Barlett)

I giallorossi ospitano i barlettani per la penultima giornata di andata, con le due squadre in lotta per il vertice. Match subito scoppiettante: vantaggio catanzarese con Palanca, risposta di Scarnecchia già al sesto minuto. Il primo tempo scorre via sui binari dell’equilibrio, in attesa di una seconda frazione ricca di fascino. Il Catanzaro si riporta in vantaggio con Caramelli al 56′ ma è Pesce a ristabilire la parità dieci minuti più tardi. Ad un quarto d’ora dalla fine, Cozzella decreta il successo dei padroni di casa siglando il 3-2 finale. Quell’anno, il Barletta non riuscì ad aggiudicarsi nemmeno uno dei quattro scontri diretti con Catanzaro e Casertana, ma la promozione in cadetteria arrivò ugualmente grazie all’ottimo ruolino con le piccole.

La presenza dei tifosi biancorossi non mancò nemmeno in quella circostanza, con il neonato Gruppo Erotico e diversi club al seguito di D’Ottavio e compagni. Oggi si rinnoverà l’amicizia, considerata sempre presente nel panorama della tifoseria cittadina. I tifosi più anziani ed esperti, però, ricorderanno anche le statistiche impolverate ultratrentennali.

PROMO mini
PROMO mini