Barletta-Aversa, storia di un testa a testa Dalla lotta in Serie D allo scontro-salvezza, che torna dopo quattro anni

Barletta-Aversa, storia di un testa a testa <small class="subtitle">Dalla lotta in Serie D allo scontro-salvezza, che torna dopo quattro anni</small>

Quando si parla di rivalità, l’avversario è comunemente riconosciuto in una figura ostile. Questo avviene se il faccia a faccia si protrae negli anni, oppure se esiste un episodio pregresso che crea attrito tra le piazze. Ciò che è stato con l’Aversa Normanna rimane a metà tra un semplice scontro di passaggio, tesi sostenuta dai veterani del tifo, ed una delle più accese rivalità moderne vissute dal Barletta, come invece ritengono i supporters in erba. La verità, anche in questo caso, sta nel mezzo.

Biancorossi e granata hanno caratterizzato la fase intermedia della risalita dai campionati regionali. E se negli anni della Serie D gli avversari di un certo peso latitavano, la lacuna è stata colmata proprio dalla squadra campana, che in quel tempo si preparava al primissimo approdo tra i professionisti. La lotta per le posizioni di vertice, dunque, ha avviato una sfida triennale che potrebbe riemergere domenica pomeriggio sul prato del Puttilli.

PROMO mini
Gaetano Romano, discusso ex (foto barlettacalcio.it)

Gaetano Romano, discusso ex (foto barlettacalcio.it)

Le sfide tra dilettanti e professionisti – Correva l’anno 2007, il Barletta era riuscito ad entrare in zona playoff grazie ad una splendida rimonta e l’Aversa mancava di un punto la promozione diretta tra i professionisti, conquistata dalla meteora Noicattaro. La stagione si concluse con la finale playoff tra le due squadre: al Rinascita la spuntarono i campani ai supplementari con un rocambolesco 3-2, in cui i biancorossi si portarono due volte in vantaggio. L’annata successiva consacrò la rivalità, in un entusiasmante testa a testa che vide nuovamente trionfare i granata. Con una clamorosa rimonta nel girone di ritorno, gli uomini di Sergio recuperarono il netto svantaggio dalla squadra di Chiricallo e conclusero la stagione al comando: 74 punti contro 73. Aversani promossi direttamente, poi raggiunti in Seconda Divisione grazie al ripescaggio di metà agosto 2008.

Il confronto si spostò sul fronte professionistico, assegnando una vittoria per parte nel campionato 2008/2009. L’andata è di marca campana con la firma dell’ex Romano, il ritorno vede ribaltate le carte in tavola: un Puttilli che trasudava vendetta si esaltò per il 2-1 firmato da Tangorra e Laviano (foto barlettacalcio.it), nonostante la rete di Arini ed il pareggio sfiorato nel recupero. Dopo quella sconfitta, l’Aversa veleggiava in penultima posizione ma si salvò senza playout grazie ad un sorprendente colpo di coda. Il campionato seguente fece registrare un doppio pareggio e i diversi obiettivi di classifica distesero i toni della rivalità.

All’inizio di agosto del 2010, il Barletta ottenne il secondo ripescaggio e salì in Prima Divisione, lasciando indietro i campani. Dopo quattro anni di assenza, le due squadre tornano ad affrontarsi per l’ennesimo scontro-salvezza di questa stagione. Ai ragazzi di Sesia serve una scossa per staccarsi dalla zona playout, i granata hanno un disperato bisogno di punti per abbandonare l’ultimo posto in classifica. Chi la spunterà? E soprattutto, come reagirà la piazza al ritorno di una vecchia conoscenza? Domenica tutte le risposte.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini