Barletta Calcio, Venitucci out tre turni Maxi-squalifica per la gomitata a Di Chiara, rientro previsto per Foggia. Quali soluzioni?

Barletta Calcio, Venitucci out tre turni <small class="subtitle">Maxi-squalifica per la gomitata a Di Chiara, rientro previsto per Foggia. Quali soluzioni?</small>

Un gesto sconsiderato non solo per la sua inutilità e gravità, ma anche e soprattutto per aver lasciato la squadra in dieci. Dario Venitucci è il primo protagonista della sconfitta di Catanzaro, in ordine cronologico ma non solo, e il Giudice Sportivo posa la sua mano pesante sull’esterno biancorosso. Tre giornate di squalifica e altrettante settimane di lontananza dal terreno di gioco: certa l’assenza nelle sfide contro Aversa, Lamezia e Salernitana. Il rientro, ironia della sorte, è previsto da ex nel derby di Foggia, in programma prima delle festività natalizie.

Dario Venitucci, tre turni di squalifica.

Dario Venitucci, tre turni di squalifica.

La squalifica – Numerose le critiche per il giocatore, reo di aver colpito Di Chiara a gomito alto. Le prime impressioni su un normale contatto di gioco e un abbaglio dell’arbitro hanno subito lasciato spazio all’evidenza, quando il calciatore giallorosso è uscito dal campo per fermare la fuoriuscita del sangue. Nulla da eccepire, dunque, sulla decisione federale: i tre turni, però, aprono l’ennesima analisi su un attacco a corto di elementi, oltre che di reti.

PROMO mini

Le soluzioni – Senza Venitucci in uno scontro diretto e due match a dir poco ostici, Sesia dovrà ovviare con le poche soluzioni a disposizione. Dell’Agnello lungodegente, Biancolino ufficialmente infortunato nonostante diversi rumors, Rizzitelli ancora ai box. L’alternativa più plausibile sembra essere quella di lanciare Danti, questa volta dal primo minuto. Il fantasista calabrese è chiamato ad una prova di maturità dopo diversi scampoli di partita, con la concreta ipotesi di dover disputare tutti i novanta minuti contro l’Aversa. Altrettanto ipotizzabile, quindi, una panchina imbottita di Berretti come già avviene da qualche settimana.

Con un attacco alla ricerca delle migliori condizioni, nei limiti delle potenzialità degli elementi, il Barletta si prepara alla doppia seduta di oggi pomeriggio in attesa del match di domenica. Aggiudicarsi lo scontro-salvezza con una vecchia rivale può restituire un po’ di serenità all’ambiente.

PROMO mini
PROMO mini