Barletta Calcio, che succede? Quattro sconfitte di fila, errori tattici a sorpresa. Perpignano conferma la fiducia

Barletta Calcio, che succede? <small class="subtitle">Quattro sconfitte di fila, errori tattici a sorpresa. Perpignano conferma la fiducia</small>

Chi ha visto il celebre film Febbre a 90° non dovrebbe avere particolari problemi, in questo momento della stagione. Chi si ritiene meno romantico e più pragmatico, invece, è autorizzato a preoccuparsi per la serie negativa attraversata da un Barletta scarico, già a corto di idee e capace di complicarsi la vita nei frangenti più delicati di un’intera settimana. A Caserta la musica non cambia, anzi acuisce in maniera marcata la crisi di risultati cominciata ad Aprilia.

Capitan Radi, primo a crollare contro la Casertana.

Capitan Radi, primo a crollare contro la Casertana.

L’analisi della partita – L’ottobre nero passa anche dal Pinto, dove la Casertana ce la mette tutta per regalare almeno un punto ai biancorossi. Costruzione del gioco ordinata, spesso scolastica, ma non eccessivamente asfissiante: Gregucci si affida al lavoraccio di Cissè, vero collante tra centrocampo e attacco, per mettere in crisi la retroguardia di Sesia. Le scelte iniziali del tecnico piemontese evidenziano un buon posizionamento in campo, soprattutto in fase di possesso, ma manca la scintilla per dare un senso alla manovra. Su questo fattore si delinea il leitmotiv della gara: i campani partono al piccolo trotto, poi si rendono conto di rischiare davvero poco e trovano il pertugio vincente alla prima occasione utile, complice l’errore di Radi in marcatura.

PROMO mini

Difficile pensare ad un rapido ritorno in carreggiata per il Barletta, che mostra tutti i suoi limiti negli ultimi venti metri di campo. La stessa trama di gioco subisce l’inerzia dei padroni di casa, abili a raddoppiare il centrocampista sulla prima palla: i tre uomini in mediana sono costretti ad abbassarsi a pochi passi della difesa, riuscendo ad alzare il baricentro solo dopo un lungo giro palla per eludere Rajcic e compagni. Basta un attimo di lucidità collettiva, però, per mandare in tilt la difesa avversaria: break di Cortellini e palla per Floriano, che premia l’inserimento vincente di Palazzolo. Solo un attimo, per l’appunto, perchè i biancorossi tornano nel loro angolo lasciando il ring ai padroni di casa. La gestione del pareggio è improvvisata, l’impatto dei cambi è negativo e l’ennesimo errore su calcio piazzato certifica un’ultima parte di gara da dimenticare, sia sul piano tattico che su quello caratteriale, nonostante una Casertana sulla carta più attrezzata abbia concesso diversi spazi.

Sesia e Perpignano, si va avanti – In mattinata è intervenuto il presidente Perpignano, intenzionato a lasciare Sesia sulla panchina biancorossa nonostante i risultati deludenti dell’ultimo mese. Dalle dichiarazioni del patron si evince la totale fiducia nei confronti dello staff tecnico, recentemente sotto accusa per le occasioni letali concesse agli avversari, ma anche per una carenza di attributi sempre più evidente sui giocatori schierati. La piazza comincia a rumoreggiare, ma è necessario mantenere la calma e soprattutto la concentrazione in vista dei prossimi impegni. Domenica tocca al Matera, ultimo ostacolo prima degli scontri diretti di fine girone. Il numero uno di via Vittorio Veneto ha ritenuto opportuna la riconferma del tecnico in vista di un periodo così delicato: adesso sta al diretto interessato ripagare in modo convincente la fiducia della dirigenza. La gara di sabato è sicuramente un altro banco di prova da non fallire, per evitare che la classifica diventi ancor più preoccupante.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bagni Teti Wide Small