Barletta – Cosenza, le interviste a margine Sesia: "Dedico questo tre a zero al pubblico ed alla società"

Barletta – Cosenza, le interviste a margine <small class="subtitle">Sesia: "Dedico questo tre a zero al pubblico ed alla società"</small>

Il Barletta torna alla vittoria dopo la brutta parentesi di Lecce. Branzani, Floriano e Radi regalano la vittoria ai biancorossi. Negli spogliatori, per commentare si presenta Sesia, allenatore del Barletta. Per il Cosenza parla il  centrocampista Corsi ed il tecnico Cappellacci.

Mister Sesia, allenatore Barletta

“Devo fare un grande complimento ai ragazzi, compresi quelli che sono stati in panchina. Hanno creato un gruppo forte. Abbiamo concesso solo un tiro da fuori e non abbiamo mai concesso passaggi filtranti. Abbiamo raggiunto il risultato che sognavamo e c’è da essere molto felici”.

Bellino Mini Wide

Perché Biancolino dal primo minuto?

“E’ chiaramente in ritardo di preparazione, ma è una persona forte dal punto di vista del gruppo. Branzani e Fall son subentrati ed erano in ballottaggio: entrambi hanno fatto una buona partita. De Rose è un calciatore che ci serviva. Ha giocato una grande partita e sono soddisfatto del suo lavoro. Questa è una grande soddisfazione per il pubblico e per la società. Era da un po’ che non si vedeva a Barletta questo risultato”.

Si aspettava questo Cosenza?

“Credo sia una buona squadra, ben organizzata. Gioca un calcio propostitivo. Ha avuto la sfortuna di passare in svantaggio e noi abbiamo costruito la nostra prestazione su questo vantaggio”.

Cosa si è fatto Legras?

“Si dovrebbe trattare di una distorsione al ginocchio. Speriamo sia il collaterale e non il crociato”.

Corsi, centrocampista Cosenza

“Non ci possiamo permettere cali di concentrazione.   Avevamo preparato la partita al meglio, sapevamo della velocità di Floriano. Abbiamo preso due reti in crontropiede in occasione di due nostri errori. Non ci possiamo permettere queste leggerezze in fase difensiva. Sul due a zero fuori casa contro una squadra esperta come questa, diventa molto difficile. Dobbiamo ripartire dai tre gol presi”.

Non ti era mai capitato di giocare in porta?

“Si. Dopo l’espulsione del portiere sono andato in porta. Quest’anno non ci sono partite facili. Vedo tante squadre attrezzate. Il Barletta è una squadra esperta con delle buone individualità. Si tratta di una squdra che riparte in contropiede ed ha un esterno sinistro molto forte (Floriano, ndr)”.

Mister Cappellacci, allenatore Cosenza

“Abbiamo cominciato con l’approccio giusto. Poi loro hanno trovato il vantaggio e loro hanno beneficiato di ampi spazi. La nostra è una squasdra nuova, anche se è vero che ci sono state alcune disattenzioni. In questa categoria occorre essere in palla per 90 minuti. Un rimpallo vinto può cambiare l’intera gara”.

Branzani, centrocampista Barletta

“E’ stata positiva la prestazione, il goal rappresenta quel qualcosa in più. Il mister ogni giorno durante l’allenamento ci trasmette la carica. Dopo la sostituzione col Lecce sono stato molto motivato ed ho cercato di dare il massimo. Avevamo in pugno la partita già dopo dieci minuti. Tutte le partite sono difficili e belle da giocare e da combattere. Si tratta di un riscatto rispetto allo scorso anno. Questo penso e spero sia il mio anno”.

Cosa è cambiato rispetto allo scorso anno in Branzani?

“La fiducia del mister è tutto. Non ero ben visto dalla vecchia società. La nuova società non mi conosceva ed ho fatto vedere loro chi sono. Ho cercato di gettare alle spalle l’anno già concluso”.

Si può dire che il Cosenza è tra le squadre più organizzate del campionato?

“Lavoriamo bene in settimana e diamo tutto negli allenamento. Questo goal voglio dedicarlo a me stesso”.

Zerodue Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini