Barletta-Cosenza 3-0, le pagelle dei biancorossi Floriano è il solito folletto incontenibile, Branzani si redime. Biancolino ci prova ma annaspa.

Barletta-Cosenza 3-0, le pagelle dei biancorossi <small class="subtitle">Floriano è il solito folletto incontenibile, Branzani si redime. Biancolino ci prova ma annaspa.</small>

Liverani 6,5: Viene chiamato in causa solo due volte, mostrandosi pronto sia sul tiro dalla distanza di Criaco che sul tiro cross di Ciancio. Trasmette sicurezza ai compagni.

Zammuto 6: Calderini su quella fascia è un cliente scomodo che riesce ad arginare a tratti e lo costringe all’ammonizione. In fase offensiva si fa vedere solo a tratti.

PROMO mini

Stendardo 7: Roccioso come sempre, dalle sue parti gli attaccanti del Cosenza passano senza colpo ferire. Non bada al sottile neanche a risultato acquisito.

Radi 7: Partita sul velluto senza alcuna sbavatura, condita anche dal rigore che chiude i conti sul 3-0. Rispetto al suo compagno di reparto preferisce il fioretto alla sciabola. Ad ognuno il suo.

Cortellini 6,5: È il primo anello della catena di sinistra, dove Sesia ordina di concentrare la maggior parte delle offensive. Dà il là al due a zero di Floriano lanciandolo con un preciso assist. Copre con qualche difficoltà, specie nella prima frazione.

Legras sv: Dei tre di centrocampo era quello più certo del posto da titolare. Una zolla infame gli fa piantare il piede nel terreno, provocandogli una brutta distorsione al ginocchio. Auguri di pronta guarigione Guillame!

De Rose 7: Come al solito straripante, conferma appieno le impressioni avute negli scampoli di gara collezionati con Messina e Lecce. Ruba palla, recupera e riparte senza mai abbassare i ritmi. Si allarga spesso sulla sinistra per cercare lo scambio con Floriano. Tra i due l’intesa c’è eccome.

Branzani 6,5: Si redime delle critiche proprio nel match che lo vede partire dalla panchina. La sorte gli arride anche quando il suo tiro, deviato, sbatte sul palo e si insacca in rete. Ma del resto la fortuna premia solo gli audaci. E lui in un certo senso non ha mai mollato.

Quadri 6,5: Una prova in crescendo per il regista biancorosso. Viene sistemato davanti alla difesa, dove stavolta – grazie anche allo schieramento avversario – può ragionare senza troppa pressione. Anche la condizione fisica sembra in crescita rispetto alle prime due uscite.

Venitucci 6: Soffre un po’ la predilezione della squadra ad attaccare sulla fascia sinistra. Nel primo tempo gioca pochi palloni, nella ripresa è più nel vivo del gioco specie in fase di ripartenza. A fine gara piccolo battibecco con Floriano, che non gli passa il pallone sull’azione del penalty.

Biancolino 5,5 (il peggiore):  Sesia gli regala una chance, schierandolo dal 1′ per fare a sportellate tra i due centrali avversari. Di certo bisogna riconoscergli l’impegno ma il “Pitone” non sembra ancora nella forma ottimale per poter affrontare un match di Lega Pro. In attesa di tempi migliori.

Floriano 7,5 (il migliore): A fine partita Ciancio avverte forti giramenti di testa, dopo un’intera partita passata a rincorrere il folletto biancorosso. Fa letteralmente ammattire gli avversari, tornando a mettere in mostra tutto il suo micidiale repertorio di scatti, dribbling e fiuto del gol. Firma il 2-0 con una stoccata precisa e trova pure il tempo per impacchettare il penalty che Radi trasforma. Micidiale.

Fall 6,5: Subentra al posto di Biancolino cambiando pelle al tridente offensivo, che dopo il suo ingresso riesce a sfogarsi meglio in fase di ripartenza. Sfiora il gol con un pregevole pallonetto. Sarà per la prossima volta.

Regno 6: Entra a vittoria già acquisita per l’ammonito Zammuto. Bada a mantenere ordine su quella fascia, senza strafare.

Sesia 7: Sceglie Zammuto per arginare Calderini, completa l’inserimento di De Rose affidandogli una maglia da titolare e il compito di duettare con Floriano. Stupisce tutti con l’inserimento dell’ex Biancolino sin dal primo minuto, senza però lasciare nulla al caso. La squadra dà l’impressione di non abbassare mai la guardia e questo non può che essere merito suo.

 

PROMO mini
PROMO mini