SS Barletta, la lavagna tattica In vista della sfida del Granillo c'è aria di novità nell'undici titolare

SS Barletta, la lavagna tattica <small class="subtitle">In vista della sfida del Granillo c'è aria di novità nell'undici titolare </small>

Una sfida importante, che deve servire a resettare la brutta prestazione di Castellammare di Stabia. È questo il tema forte di Reggina-Barletta, piatto prelibato nell’appuntamento infrasettimanale del campionato di Lega Pro girone C (fischio d’inizio alle 20.45). Al Granillo il Barletta torna dopo quasi vent’anni di assenza (ultimo precedente in C1 datato 2 aprile 1995, terminato 1-1) e vuole farlo nel migliore dei modi, cercando di tornare a casa con un risultato positivo in tasca.

Per raggiungere l’obiettivo mister Sesia è stato abbastanza chiaro nelle dichiarazioni pre-partita: “mi auguro che la squadra sia arrabbiata quanto me”. Nessuna distrazione e nessun calo di concentrazione quindi, per un Barletta che ha mostrato un deficit di personalità e cattiveria nelle due gare esterne disputate finora.

Le scelte di formazione verranno condizionate non solo dalla brutta prestazione con le vespe ma anche dalle squalifiche (Meola appiedato un turno) e da fisiologiche esigenze di turnover. Alcuni elementi della rosa iniziano infatti ad avvertire un po’ di stanchezza nelle gambe ed è probabile che Sesia li farà un po’ rifiatare.

Rimane intoccabile la coppia di centrali composta da Stendardo e Radi, chiamati al riscatto dopo aver tremendamente sofferto le folate di Ripa e Del Carmine. Ai loro lati Zammuto agirà a destra mentre è in dubbio Cortellini, che per esigenze tattiche potrebbe far spazio al più fresco Guarco. Su quella fascia il cliente scomodo è Roberto Insigne (già 3 gol in quattro match di campionato), aspetto che non può essere trascurato.A centrocampo De Rose è l’unica certezza nel ruolo di interno sinistro ma occhio al possibile arretramento di Venitucci (nel caso De Rose giocherebbe da interno destro). Nel ruolo di play basso Quadri è in ballottaggio con Gemignani, a destra Branzani va verso la conferma. In avanti scalpitano Dell’Agnello e Biancolino ma Fall è ancora in vantaggio per una maglia da titolare nel ruolo di centravanti. Ai suoi lati Floriano è del tutto immune alle scelte di turn-over, con Venitucci che agirà a destra.

BARLETTA (4-3-3)
Ipotesi 1

Liverani
Cortellini
Radi
Stendardo
Zammuto
De Rose
Gemignani
Branzani
Floriano
Fall
Venitucci

Ipotesi 2

Liverani
Cortellini
Radi
Stendardo
Zammuto
Venitucci
Quadri
De Rose
Floriano
Dell'Agnello
Fall

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Titolo

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse