L’angolo di Lelio – Vinciamo e basta! L'editoriale di fine vacanze. Introspezione psicologica del tifoso pre-campionato

L’angolo di Lelio – Vinciamo e basta! <small class="subtitle">L'editoriale di fine vacanze. Introspezione psicologica del tifoso pre-campionato</small>

IL TIQUI-TACA DI PEP SESIA

Il tiqui-taca indica uno stile di gioco caratterizzato da passaggi rasoterra, in modo da imporre il possesso palla per la maggior parte della partita. E’ quello che abbiamo visto durante il match contro la Paganese: ottimo il Barletta, soprattutto tatticamente, ben ordinato, ha occupato le zone del campo, rischiando due volte in novanta minuti.

Betland mini wide

In panchina non c’era Pep Guardiola, ma Marco Sesia. Il mister ha dato un’impronta di gioco alla squadra, assente durante lo scorso angosciante campionato. Bisogna migliorare davanti: ben venga il possesso palla, ma deve essere accompagnato da una maggiore presenza in area avversaria. La mia personale impressione è che Fall sia più a suo agio come mezzala d’attacco che come punta centrale. Nonostante ciò, contro gli azzurrostellati ha disputato un’ottima gara ed era difficile portargli via la palla. E siamo ancora in attesa di ammirare Dell’Agnello e Biancolino.

Di Floriano e della sua classe scriverei per ore. Anche l’ex Mantova ha disputato una grande gara, l’ennesima, creando superiorità numerica e portandosi sempre dietro un paio di difensori. Con il suo gioco costringe gli avversari a lasciare libero un altro attaccante, come Fall o Venitucci. Davvero un ottimo calciatore, il nostro Alex. E non dimentichiamoci di Frank Ribery D’Errico, calciatore che, quando è in condizioni fisiche ottimali, è in grado di fare la differenza.

Ottime le prove a centrocampo di Quadri e di Legras, vero e proprio beniamino biancorosso, discreta quella di Branzani. E’ un altro Branzani rispetto al calciatore dello scorso campionato, questo è fuori discussione. L’arrivo di Francesco De Rose ha portato in dote il mastino tutto corsa e grinta che mancava per completare il reparto.

Permettetemi di elogiare Mariano Stendardo. Abile in marcatura, perfetto nel colpo di testa, dotato di un fisico da corazziere, è il partner ideale per capitan Radi. L’ex Savoia ha sfiorato il gol con un colpo di testa su azione d’angolo ed è stato perfetto nell’anticipo. Nella città che tanto piacque a Wolfgang Goethe, divenuta Gioacchinopolidurante il regno di Gioacchino Murat, lo stanno rimpiangendo e non poco.

Dopo Savoia, Paganese e Coppa Italia, è tempo di tuffarsi in Campionato. Primo avversario è il quotato Messina di Pietro Lo Monaco, che annovera tra le proprie fila calciatori del calibro di Damonte, Bjelanovic e Corona. Non sono esclusi altri colpi di mercato da parte della società peloritana. In una recente intervista, il mister dei siciliani Grassadonia avrebbe dichiarato: “Squadra incompleta ( il suo Messina), ma sabato a Barletta vinciamo”. A tal proposito, Riccardo Oda avrebbe risposto con una sua celebre frase: “Non dire al mondo quello che sai fare, fallo e basta!”.

Dobbiamo partire col piede giusto, senza fare troppi proclami. Vinciamo e basta! Troppo spesso, durante lo scorso campionato, il Puttilli è stato campo di conquista. Gli avversari dovranno rendersi conto che a Barletta, quest’anno, non sarà facile per nessuno.

Forza Barletta, sempre!

Lelio Della Duchessa

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Betland mini wide
Bellino Mini Wide
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Zerodue Mini Wide