Barletta Calcio, le previsioni sul Consiglio Oggi si discutono i debiti fuori bilancio, transazione finanziaria crocevia per il futuro

Barletta Calcio, le previsioni sul Consiglio <small class="subtitle">Oggi si discutono i debiti fuori bilancio, transazione finanziaria crocevia per il futuro</small>

Ancora una volta sarà la politica a decidere sul futuro del Barletta Calcio, anche se le ombre sulle effettive responsabilità rimangono fitte e divise tra le parti. Oggi alle 15 si va in Consiglio Comunale per la seduta sui debiti fuori bilancio, tra i quali rientra anche il contenzioso tra l’amministrazione cittadina e il club biancorosso, nella persona di Roberto Tatò. La distanza tra Palazzo di Città ed il patron di via Vittorio Veneto è quantificata in oltre 250.000 €, spese sostenute per la manutenzione ordinaria e straordinaria del Puttilli dall’estate 2011 a Giugno 2013. Ciò che tiene banco tra i tifosi, però, è il processo che ha portato a questa delicata situazione di inizio estate.

Consiglio Comunale, l'ordine del giorno.

Consiglio Comunale, l’ordine del giorno.

Le responsabilità dell’Amministrazione – Oggi i rappresentanti dei cittadini si troveranno in Consiglio per riconoscere un debito fuori bilancio frutto delle responsabilità gestionali della precedente amministrazione. Una situazione paradossale, un passaggio fondamentale volto alla ricognizione dell’inspiegabile e lampante ostruzionismo della precedente amministrazione Maffei, rea, anche secondo il parere dell’Avvocatura Comunale, di un silenzio assordante agli appelli della Società Sportiva Barletta Calcio. Adesso la patata bollente passa nelle mani di un nuovo sindaco, chiamato urgentemente a risolvere una situazione sia attinente il presente, con il riconoscimento della transazione, sia concernente il futuro, in quanto dovrà essere comunque stipulata una nuova convenzione per la gestione dello stadio per la prossima stagione. L’obiettivo è quello di voltare pagina già a partire da questo pomeriggio, quando si dovrà approvare la transazione nella seduta consiliare.

PROMO mini

Ad ostacolare la riuscita di tale provvedimento, a quanto pare, sarebbe il raggiungimento del numero legale di consiglieri presenti. Nella Commissione degli Affari Finanziari, Mazzarisi ha avanzato una richiesta di carteggio nel quale la SS Barletta Calcio affermava di accollarsi le spese di manutenzione, documento rivelatosi poi inesistente. Approvando la transazione, la Corte dei Conti potrebbe avanzare indagini per appurare la responsabilità di chi fu causa dell’inerzia amministrativa e delle proposte di delibera di giunta andate clamorosamente a vuoto durante l’amministrazione Maffei. Secondo indiscrezioni paiono quasi certe le assenze di Doronzo e Campese per impegni urgenti ed inderogabili: tifosi e cittadini sperano che sia preservato il quorum dei presenti.

Perpignano e Tatò, futuro e presente del Barletta.

Perpignano e Tatò, futuro e presente del Barletta.

Le colpe di Tatò – Nemmeno il patron biancorosso può definirsi esente da colpe. Il debito non ancora saldato dall’amministrazione comunale suona più come un ricatto e non come una conditio sine qua non. Senza la restituzione della spesa effettuata tre anni fa, il numero uno del club è disposto a far saltare la trattativa con Perpignano. Un mancato passaggio societario renderebbe praticamente disperata, se non irreversibile, la condizione del Barletta Calcio a dodici giorni dalla consegna dell’iscrizione al prossimo campionato.

Sembra difficile credere ad un fallimento per mezzo miliardo delle vecchie lire. Riaffiorano gli incubi del 1995, da evitare a tutti i costi. Allo stesso modo, sembra difficile credere che non si possa intraprendere una strada alternativa attraverso una rapida revisione delle condizioni contrattuali, in modo da rendere più fluido il passaggio di proprietà. Il campo delle ipotesi è vastissimo, ma realmente noto soltanto ai diretti interessati. Tatò e Perpignano attendono con tutta la piazza l’esito del Consiglio odierno.

Lo start dei lavori è previsto per le ore 15. L’ordine del giorno fissa la transazione relativa al Barletta Calcio al quarto punto della discussione, scalando la fase calda dei lavori verso il tardo pomeriggio. L’auspicio dell’ambiente barlettano è quello di archiviare questa situazione nell’arco di poche ore.

PROMO mini
PROMO mini