Para Archery, assegnati i titoli assoluti e di classe Va in archivio una due giorni intensissima. I campionati si chiudono con ottimi riscontri per il tiro con l'arco italiano

Para Archery, assegnati i titoli assoluti e di classe <small class="subtitle">Va in archivio una due giorni intensissima. I campionati si chiudono con ottimi riscontri per il tiro con l'arco italiano</small>

Due giorni di gare intense e appassionanti, tutti i migliori arcieri para archery d’Italia e tantissime emozioni. I campionati Italiani di Barletta vanno in archivio con l’ennesimo successo per il tiro con l’arco italiano. Nella giornata di ieri si è conclusa la rassegna con l’assegnazione dei titoli assoluti individuali e a squadre.

Nell’arco olimpico open maschile Roberto Airoldi (Arcieri Cameri) batte con un secco 6-0 in finale Ezio Luvisetto (Arcieri del Castello) e conquista il secondo tricolore assoluto consecutivo dopo quello dello scorso anno. Il bronzo se lo aggiudica Salvatore Campolo del Toxon Club.  In campo femminile trionfa Mariangela Perna (A.S.H.D Novara). La finale contro la compagna di Nazionale Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo) finisce 6-2. Terzo posto assoluto per Annalisa Rosada (Arcieri del Leon) che esordirà in azzurro nella trasferta internazionale che si disputerà a Nove Mesto (Cze) dal 23 al 30 giugno.

Brainwave Mini Wide Post

Nella specialità del compound open il campionissimo Alberto Simonelli si conferma atleta di altissimo livello e si porta a casa l’ennesimo titolo tricolore. L’arciere delle Fiamme Azzurre, di ritorno dalla storica convocazione in Coppa del Mondo con la Nazionale “normodotati”, regola in finale con il punteggio 132-125 Lorenzo Schieda (P.H.B). Sul terzo gradino del podio sale Mirco Falcier (Arcieri Villa Guidini).

La nuova campionessa italiana dell’arco compound open è la giovane azzurra Eleonora Sarti portacolori delCastenaso Archery Team. La finale la vede vincitrice 124-111 sulla campionessa uscente Santina Pertesana (Polisportiva Valcamonica). Ifigenia Neri della Dyamond Archery Palermo chiude la gara al terzo posto.

Nella competizione dedicata ai compound W1 è Fabio Luca Azzolini a confermarsi campione italiano. L’azzurro degli Arcieri Orione in finale ha rimontato all’ultima volée Daniele Cassiani (Arcieri Fivizzano) vincendo con il punteggio di 121-112. La medaglia di bronzo va a Gabriele Ferrandi (Cus Pavia).

Nei Visually Impaired il successo finale va a Diego Chiapelllo della Non Vedenti Milano Onlus che vince 6-2 la finale contro il campione uscente Claudio Peruffo degli Arcieri Niche. La società lombarda festeggia anche il bronzo di Ivan Nesossi.

La finale femminile vede vittoriosa Loredana Ruisi della Non Vedenti Milano Onlus. Per lei il tricolore arriva dopo la finale vinta 6-0 su Barbara Contini (Arcieri San Bernardo). Terzo posto per Tiziana Marini (Arcieri del Drago).

I TITOLI A SQUADRE

Finale al cardiopalma quella dell’arco olimpico maschile. La Dyamond Archery Palermo di Antonino Lisotta, Gianfelice Costanza e Giuseppe Arcieri vince il titolo italiano allo shoot off contro gli Arcieri Poggibonsi. Paolo Limberti, Vittorio Bartoli e Vincenzo Condrò si arrendono 5-4 (22-17) dopo le tre frecce di spareggio. L’A.S.C.I.P vince la medaglia di bronzo grazie alle prestazioni di Cataldo Torella, Maurizio Mancini e Gino Giorgi.

Per la prima volta ai Campionati Italiani è stato assegnato anche il titolo italiano del mixed team olimpico, inserito nel programma delle Paralimpiadi di Rio 2016 al posto della gara a squadre insieme al compound misto. Alfredo Guerrina e Mariangela Perna dell’A.S.H.D. Novara hanno la meglio in finale sulla Dyamond Archery Palermo di Antonino Lisotta e Veronica Floreno con il punteggio di 6-0.

E’ la P.H.B. di Bergamo a vincere il titolo italiano nell’arco compound maschile. Le frecce di Lorenzo Schieda, Romano Moroni e Paolo Bellini si rivelano più precise di quelle di Vincenzo Codispoti, Paolo Pisani e Tommaso Colacicco, portacolori dell’A.S.C.I.P. La finale si chiude con il punteggio di 194-190.

—————————————————————————————————————————————–

I TITOLI DI CLASSE DELL’ARCO OLIMPICO OPEN
Al termine di una gara appassionante è Alessandro Erario il nuovo campione italiano para archery senior. Il portacolori degli Arcieri dello Jonio conquista il titolo con 593 punti, uno in più del secondo Roberto Airoldi (Arcieri Cameri). Al terzo posto si piazza Tommaso Renna (Archery Team Barletta) con 586 punti.

In campo femminile a prendersi il titolo ricurvo open è Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo) grazie ai 539 punti conquistati. Argento per Mariangela Perna (A.S.H.D Novara) con 471 punti, bronzo al collo di Annalisa Rosada (Arcieri del Leon) autrice di 434 punti.Nella classifica Allievi femminile primeggia Kimberly Scudera dell’Arco Club Gela (205 punti) al suo esordio ai tricolori.

Sfida tutta pugliese nel maschile. Il nuovo campione nella classe Ragazzi è Francesco Tomaselli (Archery Team San Giovanni). Per lui 478 punti mentre sul secondo gradino del podio sale Francesco Ceppaglia (Arcieri della Murgia) con il punteggio finale di 453.

I TITOLI DI CLASSE DELL’ARCO COMPOUND
Nella classe senior Open ennesimo successo per Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre). I 680 punti messi a referto gli valgono il titolo. Dietro di lui si piazzano Giampaolo Cancelli (Arcieri Castiglione Olona) e Mirko Benetti (Arcieri La Meridiana) rispettivamente con 674 e 664 punti. Tre le donne vittoria per la giovane azzurra Eleonora Sarti del Castenaso Archery Team (633 punti) davanti a Ifigenia Neri della Dyamond Archery Palermo (596 punti) e Santina Pertesana (Polisportiva Disabili Valcamonica) che chiude con 559. Il campione Allievi maschile è invece Marco Coluccini (Kentron Dard) che chiude la gara con un eccellente 665, che vale il terzo punteggio assoluto. 609 punti valgono invece il titolo di classe Senior nel specialità compound W1 a Fabio Luca Azzolini (Arcieri Orione). Alle sue spalle si piazza Daniele Cassiani degli Arcieri Fivizzano con 584 punti, mentre sul terzo gradino del podio sale Gabriele Ferrandi del Cus Pavia (557 punti).

I TITOLI DI CLASSE DEL VISUALLY IMPAIRED
Claudio Peruffo
 si mette al collo la medaglia d’oro in campo maschile. L’atleta degli Arcieri Niche totalizza 395 punti e si mette alle spalle i due arcieri della Non Vedenti Milano Onlus: Diego Chiapello (326 punti) e Ivan Nesossi (182 punti). Tra le donne Loredana Ruisi (Non Vedenti Milano Onlus) si prende la corona grazie ad un totale di 341 punti scavalcando la concorrenza di Tiziana Marini (Arcieri del Drago), seconda a quota 317 e di Barbara Contini (Arcieri San Bernardo), terza con 283 punti.

I TITOLI DI CLASSE A SQUADRE
Antonino Lisotta, Gianfelice Costanza e Giuseppe Arcieri 
conducono alla vittoria del titolo senior arco olimpico open maschile la Dyamond Archery Palermo. 1606 il loro punteggio finale. Secondo posto per l’A.S.C.I.P. di Cataldo Torella, Maurizio Mancini e Gino Giorgi (1538 punti), terza posizione per gli Arcieri Poggibonsi di Paolo Limberti, Vittorio Bartoli e Vincenzo Condrò (1534 punti). Nel compound open maschile trionfa la P.H.B di Bergamo che poteva contare sulle frecce di Lorenzo Schieda, Romano Moroni e Paolo Bellini. Straordinario il loro 1840 finale, irraggiungibile per i secondi classificati Vincenzo Codispoti, Paolo Pisani e Tommaso Colacicco dell’A.S.C.I.P di Ostia che chiudono con 1665.

ASSEGNATI IL BRONZO ASSOLUTO V.I. FEMMINILE E QUELLO A SQUADRE OLIMPICO MASCHILE
Nel V.I. femminile si aggiudica il bronzo assoluto Tiziana Marini (Arcieri del Drago) che ha avuto la meglio nella finalina su Susanna Prada (Non vedenti Milano Onlus) per 7-3. Assegnato anche il bronzo a squadre arco olimpico che va all’A.s.c.i.p di Ostia (Giorgi, Mancini, Torella), vincenti per 5-1 sull’A.S.H.D. Novara (Vitale, Sfenopo, Guerrina).

Fonte: Ufficio Stampa FITARCO

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Brainwave Skyscraper
Zingrillo mini wide
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide