Cascella – Di Cosola, incontro sul futuro Ma Tatò nel frattempo apre al ribaltone e cita Califano: "Non escludo il ritorno"

Cascella – Di Cosola, incontro sul futuro <small class="subtitle">Ma Tatò nel frattempo apre al ribaltone e cita Califano: "Non escludo il ritorno"</small>

L’imprenditore Pasquale Di Cosola, al momento l’unico soggetto ad essersi fatto avanti per rilevare il Barletta,  ha incontrato ieri il sindaco Pasquale Cascella, presso il palazzo di città. Durante il summit il primo cittadino ha rinnovato la sua volontà di voler sondare il terreno, per capire quali sono i progetti del futuro acquirente del Barletta.

Il meeting pare sia durato poco più di un’ora e probabilmente le parti rinnoveranno presto l’appuntamento. I nodi da sciogliere sono tanti. A cominciare da Tatò: c’è ancora qualche barlettano che non è proprio convinto di un suo addio, anche alla luce delle parole che il presidente in carica ha proferito sabato. Durante il meeting organizzato da “I Biancorossi“, Tatò ha citato il compianto Califano dicendo: “Non escludo il ritorno“. Parole che implicano un addio ed un ripensamento allo stesso tempo. Un cambio di idee che giungerebbe ancor prima di lasciare. Dopo queste dichiarazioni di Tatò, un ipotetico imprenditore interessato al Barletta si avvicinerebbe lo stesso?

PROMO mini

Intanto la trattativa con Di Cosola prosegue. Come annunciato da Tatò, la squadra biancorossa è in vendita a costo zero. L’acquirente dovrà subentrare nei contratti in essere. Stando ai dati appresi, si tratta di quasi due milioni di euro da spalmare in quattro anni. I punti dolenti riguardano i contratti del Direttore Martino e quello di alcuni calciatori che quest’anno non hanno ben figurato e rappresentano quindi solo un peso economico. Da risolvere anche le questioni relative ai prestiti, con Cascione e Bijimine protagonisti.

Di Cosola e Tatò si rivedranno per cercare di trovare una posizione che accontenti entrambe le parti. Sul fronte societario continuano ad operare incessantemente anche “I Biancorossi” con il loro azionariato popolare. L’obiettivo del club è quello di fare entrare i tifosi del Barletta nella stanza dei bottoni rilevando una quota di minoranza, anche irrisoria. Il denaro raccolto conterà relativamente: il traguardo principale è quello di portare i tifosi in società, così come vuole la Lega Pro e come tante altre squadre italiane stanno facendo. Ora, difatti, tocca ai Barlettani.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Zerodue Mini Wide
Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide