Barletta Calcio, il fattore penalty Cinque rigori a favore, solo uno realizzato. Piove sul bagnato

Barletta Calcio, il fattore penalty <small class="subtitle">Cinque rigori a favore, solo uno realizzato. Piove sul bagnato</small>

I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli“. Se ti chiami Diego Armando Maradona, hai tutto il diritto di salvarti in corner con una frase del genere. Vale anche per Roberto Baggio dopo Usa ’94. Ma è una frase della quale è meglio non abusare, soprattutto se giochi nel Barletta e la stagione è ormai diventata una prova di forza e sopportazione.

Anche a L’Aquila arriva una sconfitta, la terza consecutiva, che si arricchisce di un dato ai limiti del possibile. Al Fattori i biancorossi beneficiano del quinto rigore stagionale, occasione d’oro per rimettersi in carreggiata dopo un primo tempo allo sbando. D’Errico si incarica della battuta, ma il penalty del funambolo milanese si spegne sul fondo. E’ il quarto errore dal dischetto: solo il 20% di realizzazione dagli undici metri per la squadra di Orlandi, tra l’altro raccolto grazie all’unico centro del giocatore ex Andria.

PROMO mini

L’errore di ieri pomeriggio si aggiunge ai tre maturati contro Perugia, Ascoli e Salernitana. Contro il Grifo fu l’ex attaccante biancorosso Picci a fallire l’appuntamento con il gol del vantaggio, grazie al quale il Barletta avrebbe potuto schiodarsi dallo 0-0 finale. Seguì l’errore di Ilari contro l’Ascoli, sempre sul punteggio di parità, poi bilanciato dalla trasformazione di D’Errico. Infine La Mantia, che a Salerno venne ipnotizzato da Gori quando i granata erano già avanti di tre reti.

Senza fare voli pindarici, una migliore percentuale dal dischetto avrebbe trasmesso maggiore fiducia e forse, di conseguenza, un bottino di punti più consistente a Di Bella e compagni. Ovviamente le pecche biancorosse non sono riconducibili alla sola mancanza di freddezza a tu per tu con il portiere avversario, ma il fattore undici metri rientra a pieno titolo tra le componenti anomale di un campionato ancor più enigmatico e mediocre nella sua evoluzione prima, nei suoi picchi poi.

Domenica al Puttilli arriva la Paganese. Una partita tra squadre senza ambizioni, come temuto nei mesi precedenti. L’evidente scoramento della piazza, che ormai si dà forza soltanto con il romantico sostegno della Maglia, è l’emblema di un’annata da dimenticare, nella speranza di ottenere immediate novità dai fronti più caldi del pianeta Barletta.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini