Pre-Lecce, parla Orlandi "Non abbiamo paura dei salentini"

Pre-Lecce, parla Orlandi <small class="subtitle">"Non abbiamo paura dei salentini"</small>

Mister Orlandi si presenta nella sala stampa del “Puttilli” di buon umore. Il tecnico sembra essersi lasciato alle spalle la batosta di Salerno ed è pronto a guidare la sua squadra nella gara più attesa della stagione, quella contro il Lecce.

Come si è lavorato in settimana?

PROMO mini

“Settimana positiva. Abbiamo lasciato alle spalle la sconfitta di domenica scorsa ed abbiamo lavorato con la giusta motivazione. Si tratta di una partita che ha qualche motivazione in più rispetto alle altre”.

Sarà possibile vedere la difesa a 4?

“Abbiamo cambiato più volte il modo di giocare, anche in funzione degli uomini che lavorano meglio in settimana e in funzione della squadra avversaria. Non ho ancora deciso la formazione di domani. Non ho ancora deciso chi sostituirà Guglielmi, anche se ho fatto delle verifiche in settimana”.

Come vede il Lecce, prossimo avversario?

“Domenica scorsa hanno giocato una bella partita, tra squadre forti e con organici di valore. Hanno avuto la forza di rimontare due reti, anche se poi ne hanno subito una terza e sono rimasti in dieci. Verranno a Barletta per fare la partita, perché si tratta di una squadra che punta in alto”.

Cosa teme del Lecce?

“La paura non ci appartiene. Rispettiamo gli avversari ma non abbiamo paura di nessuno.Giocheremo la nostra partita contro i giallorossi, anche perché la squadra sta bene dal punto di vista fisico”.

Potremmo vedere qualcuno dei nuovi arrivi già dal primo minuto?

“Deciderò domani, anche se non lo escludo assolutamente. Dovrò ponderare bene i tre cambi. Si tratterà di una gara accesa sotto il profilo tecnico: il derby rappresenta una gara particolare. Ci auguriamo che non si ripeta quanto successo all’andata, quando l’agonismo ha prevalso e si è finiti per farsi male”.

Il Barletta cercherà di essere propositivo o attenderà il Lecce?

“Dovremo essere aggressivi e determinati per rubare palla ed essere propositivi con le nostre giocate”.

Il Barletta non teme la differenza tecnica col Lecce?

“Il gap col Lecce è diminuito dopo i nuovi arrivi”.

Farà bene questo turno di sosta per Cicerelli e Guglielmi?

“I ragazzi devono vivere la pressione, specie quando sono giovani. C’è grande maturità da parte di questi ragazzi. Più giocano e più acquisiscono esperienza per proiettarsi nel calcio di domani”.

E’ arrivato un ordine di rigoristi fisso?

“L’ordine di preferenza è già stato dato. Bisogna poi verificare quale tra i calciatori se la sente in quel momento. C’è una gerarchia, ma se il primo tiratore non se la sente, perché magari è stanco, spetterà al secondo calciare il rigore”.

Vuole lanciare un messaggio ai tifosi?

“Dico loro che sicuramente i ragazzi ci metteranno il cuore”.

Il Lecce sarà in emergenza in difesa…

“Si tratta di un organico così ampio che il mister dovrà mettere solo le mani nel sacchetto per estrarre i bussolotti giusti”.

In difesa ha provato i 4 con Maccarone e Cascione: può essere il quartetto da opporre a Miccoli e compagni?

“Abbiamo cercato di sperimentare un altro modo di stare in campo. Occorre essere capaci di cambiare pelle di volta in volta”.

 

 

 

PROMO mini
PROMO mini