Stellone: “No presunzione, ma a Barletta per vincere” Il tecnico ciociaro nella conferenza della vigilia

Stellone: “No presunzione, ma a Barletta per vincere” <small class="subtitle">Il tecnico ciociaro nella conferenza della vigilia</small>

Vigilia di conferenza stampa anche in casa Frosinone. Nella mattinata di oggi, il tecnico dei canarini Roberto Stellone ha illustrato il prepartita di Barletta in sala stampa, a poche ore di distanza dalla vittoria del Perugia sul Grosseto. Fino alle 14:30 di domani, il Grifo sarà la capolista del girone B e guarderà con molto interesse la sfida del Puttilli.

Il mister dei ciociari mette in guardia i suoi, dai quali si aspetta una mentalità da grande squadra: “La mia premura è che i miei ragazzi non prendano sotto gamba la partita di domani. Non ci aspetta una partita semplice e dobbiamo far leva sulle nostre motivazioni, oltre che sulle nostre qualità. Una squadra che vuole vincere il campionato non può permettersi di sottovalutare partite come queste: andiamo a Barletta con umiltà e senza presunzione, ma anche con la convinzione di poter fare risultato“.

PROMO mini

La vittoria del Perugia rappresenta certamente uno stimolo in più: “Siamo obbligati a vincere – spiega Stellonee non possiamo permetterci passi falsi. Il Perugia ha momentaneamente recuperato la testa della classifica e noi abbiamo un incontro alla portata delle nostre capacità, ma non possiamo fare calcoli di questo tipo. Piuttosto mi auguro di trovare la giusta carica nei miei ragazzi, queste sono partite da non sbagliare anche perché gli umbri hanno già riposato e nel finale di stagione abbiamo vari scontri diretti, tra cui la trasferta al Curi. Bisogna mettere in cascina il maggior numero di punti“.

L’allenatore preferisce non fidarsi e ribadisce il concetto espresso in precedenza: “Fino a poche ore fa, il Frosinone era la prima della classe. Il Barletta ha tutti gli stimoli per poter sfoderare una prestazione che ci metta in difficoltà, hanno un attacco poco prolifico ma dobbiamo concentrarci sulla difesa, che non è assolutamente da terzultimo posto. Bisogna stare attenti e sfruttare ogni varco che ci verrà concesso“.

PROMO mini
PROMO mini