“I Biancorossi”, l’alba del Barletta Club 70 fedelissimi già tesserati con la nuova organizzazione

“I Biancorossi”, l’alba del Barletta Club <small class="subtitle">70 fedelissimi già tesserati con la nuova organizzazione</small>

Ogni società calcistica deve attraversare momenti delicati, situazioni borderline e campionati sotto le aspettative. A Barletta sta succedendo esattamente questo, ma in poche altre piazze sarebbe stato possibile aggregare maggiormente i tifosi: a tal proposito nasce un nuovo Barletta Club che possa compattare l’ambiente, diventare un punto di riferimento insieme alla tifoseria organizzata ed interfacciarsi con i membri delle società presenti e future.

I Biancorossi, un nome semplice e immediato, è quello scelto dagli ideatori dell’organizzazione, nato dalla costola del noto forum Biangoross.com e sempre più presente fuori dalla piattaforma virtuale. Nel comunicato redatto dall’Ufficio Stampa, viene illustrato il percorso che ha portato alla formazione del club e gli obiettivi preposti nei brevi e lunghi periodi. Di seguito, riportiamo integralmente la nota giunta in redazione.

PROMO mini

Nato simbolicamente da una costola del forum “Biangoross.com”, un gruppo di tifosi ha dato vita al Barletta Club “I Biancorossi” ponendosi l’obiettivo primario di ridestare la passione verso le sorti della locale squadra di calcio, in una piazza fin troppo sensibile agli sbalzi d’umore. Barletta è infatti quel luogo dove si può letteralmente impazzire per quei due colori riportati anche nel nome scelto per il Club, così come addirittura rinunciare a recarsi allo Stadio pur in possesso dell’Abbonamento, come forma di protesta e disinteresse quando i risultati sul campo sono indossisfacenti o non c’è sintonia con la Dirigenza.

E’ un dato di fatto che nell’ultimo anno e mezzo le presenze allo Stadio sono diminuite notevolmente, ma soprattutto nel sentire comune è evidente la disaffezione nei confronti del Barletta Calcio, conseguenza dei mediocri risultati conseguiti sul campo, ma non solo.

Quel fuoco che bruciava dentro ai sostenitori barlettani negli anni della rinascita con la cavalcata dall’Inferno dei Dilettanti fino ai Campionati Professionistici, rivisto per un paio di settimane a cavallo dello scorso giugno in occasione della salvezza conquistata ai Play-Out contro l’Andria, si è notevolmente affievolito.

La nascita di questo Club vuole porre un argine a questa escalation negativa, cercando di aggregare un numeroso gruppo di tifosi per tirare fuori gli entusiasmi riposti nel cassetto, vivendo insieme quelle emozioni che solo il calcio sa regalare.

In poche settimane si sono raggiunti già i 70 Soci, un numero quotidianamente in espansione ed oggettivamente impensabile all’inizio di questa avventura. Tifosi che hanno volontariamente versato la quota di € 10 per far parte del Club, valida per la corrente stagione sportiva da poco entrata nella sua seconda parte, cifra che per donne e minorenni scende a soli € 5.

Eterogenea la composizione dei Soci del Club, che va dall’avvocato all’operaio, dall’imprenditore all’impiegato, coinvolgendo praticamente tutti i settori lavorativi a dimostrazione che l’amore per il Barletta Calcio non conosce confini. Anche territoriali, in considerazione delle numerose adesioni arrivate da tifosi sparsi un po’ ovunque in giro per l’Italia.

Entrando più nello specifico il nuovo Barletta Club si propone, oltre allo scopo iniziale di associare in un’Organizzazione riconoscibile i singoli tifosi che ne fanno parte, di diventare un punto di riferimento per raccogliere e presentare proposte alla S.S. Barletta Calcio. Sempre con intenti costruttivi e cercando di remare nella stessa direzione, il desiderio è di essere più coinvolti nelle decisioni prese dal sodalizio di Via Vittorio Veneto, pur con l’imprescindibile rispetto dei ruoli. E’ proprio questa distanza tra Società e sostenitori una delle cause che ha provocato il recente stato di disaffezione, ed al quale si auspica di porre presto rimedio.

Incontri con figure rappresentative del Barletta di ieri, di oggi e di domani sono già partiti e proseguiranno nelle prossime settimane, poichè il Club vuole conoscere tutto quanto concerne l’attuale struttura ed i programmi del Club. In particolar modo in periodi come questo, dove regna un grande punto interrogativo sul futuro per la decisione dell’attuale proprietà di lasciare inderogabilmente a fine stagione. Nessuno vuole farsi trovare impreparato, svegliandosi a giugno troppo tardi per trovare un successore a Roberto Tatò.

Inoltre potendo contare su decine e probabilmente a breve centinaia di Soci, il Club potrà avere la forza anche di rivolgersi all’Amministrazione Comunale e ad ogni altro Ente o struttura che ha a che fare con la squadra di calcio della Città della Disfida, per presentare istanze e far sentire in maniera coordinata la voce dei tifosi/cittadini.

Il Club vuole organizzare piccoli (e magari un giorno anche grandi) eventi che abbiano un filo comune con la squadra amata, a carattere sociale e culturale, sempre con lo scopo di aggregare la gente, passare in compagnia delle serate e tenere vivo l’interesse sulle vicende biancorosse per 365 giorni l’anno.

Tra i programmi anche quello di realizzare al più presto uno striscione identificativo del Club, da mostrare in uno dei settori del “Puttilli” in occasione delle partite casalinghe ed anche in quelle esterne, quando sarà possibile seguire la squadra in gruppo, affiancando (con chiare differenze e prerogative che nessuno vuole mettere in discussione) sugli spalti i tifosi Ultras con i quali è condiviso lo stesso amore.

In cantiere a breve la realizzazione del sito web, dei profili sui principali Social Network, di un Logo e delle Tessere che saranno distribuite ai Soci.

Non mancheranno la realizzazione di gadget personalizzati ed operazioni di coinvolgimento di tutta la tifoseria per dare sempre più forza a questa iniziativa ed ottenere così maggiori soddisfazioni.

A brevissimo saranno indette le Elezioni del Consiglio Direttivo, che coinvolgeranno tutti gli iscritti. Una volta in carica le figure che rappresenteranno il Club daranno vita allo Statuto e metteranno in cantiere tutte le operazioni necessarie per rendere pienamente operativa l’associazione di tifosi.

In attesa che siano online le forme di comunicazione ufficiali, chi è interessato a far parte del Club può trovare e richiedere informazioni all’interno dell’apposita sezione creata nel forum http://www.biangoross.com o inviando un’email a [email protected]. Il passaparola resta lo strumento più efficace per arrivare a più gente possibile, come avverrà anche in occasione della prossima partita del Barletta con la capolista Frosinone. 

Con il Barletta Club “I Biancorossi”, i tifosi scendono finalmente in campo per non essere solo dei singoli sostenitori “passivi”, ma per diventare un insieme di idee, iniziative, stimoli che mirano al solo obiettivo di vedere crescere la propria squadra del cuore dentro e fuori dal campo. Con una Dirigenza ancora oggi troppo trincerata in inspiegabili silenzi, ed il desiderio che questi atteggiamenti deleteri diventino solo uno spiacevole ricordo, il Barletta del futuro nasce anche da questo Club che vuole far capire cosa vuole realmente chi sta dall’altra parte, sugli spalti.

Il calcio del futuro, ancor di più nelle categorie inferiori ai lustrini della Serie A, può reggere economicamente ed emotivamente solo con un coinvolgimento totale del tifoso che deve diventare parte integrante dei meccanismi portati avanti dal Management.

Vivendo il tutto sempre con il sorriso sulle labbra e non prendendosi troppo sul serio. Stiamo pur sempre parlando di calcio, la cosa più importante tra le cose non importanti.

Ufficio Stampa Barletta Club “I Biancorossi”

PROMO mini
PROMO mini