Arbitri, la sezione barlettana ne prende 33 Porte aperte per 33 giovanissimi direttori di gara

Arbitri, la sezione barlettana ne prende 33 <small class="subtitle">Porte aperte per 33 giovanissimi direttori di gara</small>

Si sono dedicati due mesi anima e corpo allo studio del “Regolamento del giuoco del Calcio” ma alla fine ce l’hanno fatta. Per 33 nuovi giovani ragazzi, una volta superata la selezione, è tempo di entrare nella famiglia dei fischietti della sezione A.I.A. di Barletta.

I locali dirigenti arbitrali hanno impartito ai ragazzi una serie di lezioni nelle quali hanno spiegato loro il regolamento. A coordinare il tutto ci ha pensato il presidente della sezione di Barletta, Savino Filannino, assieme al veterano Domenico Manente. Prezioso il contributo del componente del comitato nazionale Maurizio Gialluisi, figlio dell’ex arbitro barlettano cui è intitolata la sezione.

PROMO mini

I neo arbitri cominceranno subito con le prove fisiche e avvieranno un processo che, attraverso l’esperienza, li condurrà (si spera) verso palcoscenici importanti. Il presidente Filannino ha fatto loro un augurio: “Iniziate oggi un percorso irto di difficoltà. Spero che possiate, all’interno di queste mura, crescere come Persone, oltre che come arbitri“.

E chissà che uno di questi ragazzi non riesca un giorno a seguire l’esempio di qualche suo collega che, dalla sezione A.I.A di Barletta, è arrivato ad arbitrare in serie A.

PROMO mini
PROMO mini