Barletta, pareggio a reti inviolate a Grosseto Grosseto in 10 nel finale di gara

Barletta, pareggio a reti inviolate a Grosseto <small class="subtitle">Grosseto in 10 nel finale di gara</small>

Il Barletta chiude il 2013 con un pareggio a reti bianche rimediato fuori casa. Confermati tutti i trend stagionali: problemi in attacco e buona difesa. Lo zero a zero, alla luce di quanto visto a Grosseto, sembra essere il risultato più giusto. Biancorossi incapaci di sfruttare il quarto d’ora finale in superiorità numerica.

Orlandi sceglie il 4-2-3-1, modulo inedito per il Barletta in questa stagione. In difesa giocano Cane (a destra), Camilleri, Di Bella e Cascione (a sinistra). A centrocampo si vede Ferreira Augusto, al suo esordio dal primo minuto. Il centrocampista proviene dalla Berretti ed agisce sulla mediana al fianco di Legras. Più avanzato il trio formato da Cicerelli, Branzani e D’Errico. In attacco c’è solo Carlo Ilari, alle prese con un’inedita posizione, vista l’assenza di Zìgon per infortunio. Il Grosseto risponde col 4-3-3.

PROMO mini

 La cronaca. Minuto numero 17. Sventagliata di Obodo per il taglio di Ferretti. Il cross di quest’ultimo viene solo sfiorato da Giovio. Nulla di fatto per il Grosseto.

La risposta del Barletta arriva al 25′ ed è affidata a Cascione ed Ilari. L’esterno sinistro, però, si fa trovare in offside ed il direttore di gara interrompe il gioco. Passano due minuti ed è ancora il terzino sinistro Cascione a cercare il cross per D’Errico. La girata di quest’ultimo finisce a lato di pochissimo.

La partita è equilibrata e le due formazioni non riescono a spezzare gli equilibri. Il Grosseto si rende pericoloso prima con una conclusione di Ferretti col sinistro e poi con un tiro di Esposito dai venti metri. In entrambi i casi i tentativi non sortiscono alcun effetto. Primo tempo che si chiude sullo zero a zero.

Partenza arrembante per il Grosseto nella seconda frazione. Legittimo, terzino ex Barletta, scende sulla sinistra e crossa per Ferretti. Il tentativo di Ferretti viene respinto da Liverani.

Al 18′ è Cicerelli ad esibirsi in una azione personale nella quale salta due uomini e conclude di poco a lato.

Minuto numero 25. Arriva l’episodio che rischia di alterare gli equilibri: il Grosseto resta in dieci uomini per effetto dell’espulsione di Esposito. Quest’ultimo reagisce ad un fallo di Cascione rifilandogli un calcio. Il direttore di gara se ne avvede e lo manda anzitempo negli spogliatoi.

Il Barletta non punge e il Grosseto si porta in avanti. Al 38′ Montalto cade nell’area di rigore barlettana, ma il direttore di gara non accorda la massima punizione. Un minuto dopo è Liverani a mostrare tutte le sue qualità in occasione di un tentativo di Montalto, che conclude da distanza ravvicinata e si fa respingere la sfera.

Orlandi decide di mandare in campo Zìgon al posto di Ferreira, mostrando di voler portare a casa il match. Ma nel recupero Liverani è chiamato agli straordinari per scongiurare il vantaggio dei padroni di casa. La conclusione di Mancini è destinata ad infilarsi sotto il sette, ma Liverani ci mette una pezza.

Al termine dei quattro minuti di recupero concessi, l’arbitro fischia la fine del match. Un pareggio dal sapore insipido, quello rimediato a Grosseto dal Barletta. Restano ferme le grandi difficoltà della squadra, che non ha saputo sfruttare neppure la superiorità numerica nel finale di gara.

PROMO mini
PROMO mini