Parla Žigon: “Con la Nocerina un match fondamentale” "Sono in condizione. Disposto ad essere schierato in qualsiasi ruolo d'attacco"

Parla Žigon: “Con la Nocerina un match fondamentale” <small class="subtitle">"Sono in condizione. Disposto ad essere schierato in qualsiasi ruolo d'attacco"</small>

C’è Dejan Zigon nella consueta conferenza stampa infrasettimanale, che stavolta anticipa di poco l’appuntamento di campionato di sabato prossimo contro la Nocerina. Per l’attaccante sloveno, giunto a Barletta in ottobre dopo un avvio di stagione da svincolato, c’è ancora bisogno di rodare un po’ la dimestichezza con la lingua italiana ma dal punto di vista calcistico il suo rendimento in campo e l’intesa con i compagni sembrano crescere a ritmo costante.

L’essenzialità delle sue risposte in italiano lasciano intendere in modo molto chiaro le intenzioni sue e quelle della squadra. “Contro la Nocerina sarà senz’altro una partita importante. Domenica abbiamo ben figurato con il Catanzaro e in questa settimana abbiamo lavorato bene.  Dobbiamo ottenere un risultato positivo”. Il Barletta, del resto, non è riuscito ancora a regalare la gioia dei tre punti davanti ai propri tifosi: “Credo sia semplicemente una questione di impegno. Se diamo il cento per cento i risultati positivi arriveranno anche tra le mura amiche”.

PROMO mini

Con il rientro di Picci  le sue quotazioni per un impiego da titolare calano leggermente ma Dejan si dimostra più che disponibile a ricoprire qualsiasi ruolo del fronte d’attacco: “Sarà l’allenatore a valutare il mio impiego dal primo minuto. Io sto bene e quello è l’importante, sono pronto. Sempre. In Slovenia ho giocato prevalentemente da esterno ma posso essere schierato sia da prima punta, come domenica scorsa, che in appoggio al centravanti. Mi piacciono tutti e tre i ruoli dell’attacco, non ho preferenze particolari”. 

Permane però ancora qualche difficoltà a far male in zona gol. Un dato non trascurabile per chi è reduce da una stagione da 15 gol nella prima serie slovena. “Certamente per me il gol è importante – ammette l’attaccante di Nova Gorica – ma non me ne faccio un problema, devo stare tranquillo e continuarmi ad allenare e bene e poi i gol saranno una conseguenza, certo in Italia il calcio è più tattico, le difese sono meglio organizzate e si trovano meno spazi. In Slovenia è sicuramente più semplice la vita per un attaccante. Adesso però mi sono ambientato bene, sperando possa andar meglio nelle prossime partite”.

E sulla sua condizione e sul suo ambientamento a Barletta. “Rispetto a quando sono arrivato sto meglio fisicamente, prima di giungere in Italia non avevo avuto modo di allenarmi con costanza. Ora però la situazione è migliorata e sto atleticamente a posto. Sono contento anche di come sono riuscito ad ambientarmi qui in città e con lo spogliatoio. Mi trovo bene.”

 

 

 

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini