Vannucchi-Rosafio, il Barletta crolla 2-0 in casa Un cinico Viareggio sbanca il "Puttilli"

Vannucchi-Rosafio, il Barletta crolla 2-0 in casa <small class="subtitle">Un cinico Viareggio sbanca il "Puttilli"</small>

Dopo la discussa vittoria di Gubbio, il Barletta crolla in casa contro un cinico Viareggio e non dà seguito al primo successo stagionale. Un gol per tempo stronca i biancorossi: apre Vannucchi, chiude la pratica un gran gol da fuori area del 19enne Rosafio.

Presenze in calo al Puttilli. Orlandi confema il 3-5-2 che ha sconfitto il Gubbio. L’assenza di D’Errico costringe il tecnico a schierare nuovamente il tandem Cicerelli-Picci, mentre Maccarone prende il posto di Romeo nei tre di difesa. In panchina il classe ’98 Guglielmi. Lucarelli, dal canto suo, mette in campo lo stesso 4-3-3 che ha strappato un punto contro l’Ascoli. Vannucchi ancora al centro del trio offensivo.

Prime fasi del match senza scossoni, con le due squadre che tentano timide sortite offensive. La prima occasione càpita al 12′ sui piedi di Gerevini, che incrocia in scivolata ma non inquadra lo specchio. Il Barletta risponde dieci minuti dopo con un traversone di Pippa, ben imbeccato da Mantovani, sul quale però non può arrivare Picci. Al 27′ il Viareggio opera il primo cambio: fuori Gerevini, dentro Rosafio. Dopo quattro minuti arriva il tentativo di Della Latta, che impegna un ottimo Liverani in respinta.

Toscani più pericolosi anche su calcio piazzato. Un corner di Vannucchi al 34′ viene spizzato sopra la traversa dal solito Rosafio. I biancorossi ci provano con Picci, che raccoglie una sforbiciata di Maccarone su azione d’angolo e manda alle stelle da pochi passi. Il momento migliore dei bianconeri viene premiato al 39′ con la rete di Vannucchi, che raccoglie un cross di Peverelli, aggancia a centro area e batte Liverani di collo pieno. Il Viareggio gioca sul velluto e ci prova subito dopo con Gemignani da fuori, ma il destro potente termina sul fondo. L’ultima occasione del primo tempo è ancora di marca ospite, con Rosafio che salta Di Bella e calcia tra le braccia del portiere biancorosso.

La ripresa si apre con un cambio in stile Gubbio-Barletta: fuori Maccarone, dentro Zigon. Orlandi passa alla difesa a quattro con tre attaccanti in campo. La prima occasione arriva al 47′ con un colpo di testa di Branzani, ma la sfera termina alta. Il Viareggio, però, spaventa ancora i padroni di casa con una scivolata mancata di Vannucchi da pochi passi.

Padroni di casa che si spengono con le avanzate viareggine e al 65′ arriva anche il raddoppio ospite. I bianconeri attaccano sul capovolgimento di fronte, il pallone arriva a Rosafio che da 25 metri fulmina Liverani con una conclusione secca sotto l’incrocio. I ritmi calano inesorabilmente, favorendo un Viareggio che non forza la mano se non in contropiede. All’82’ Picci prova ad impensierire Gazzoli, ma il colpo di testa sul traversone di Cane sfila a pochi centimetri dal palo. Tre minuti dopo è il turno di Cicerelli, che tenta un’incursione sulla sinistra e calcia ben distante dallo specchio.

Nel finale non accade più nulla, il Barletta cade per la sesta volta in undici partite disputate. I biancorossi tornano a masticare amaro nella dodicesima giornata e rimangono a quota 7 punti in classifica davanti a Paganese e Nocerina. Domenica prossima trasferta a Benevento.

Liverani
Di Bella
Camilleri
Maccarone
Pippa
Mantovani
Legras
Branzani
Cane
Cicerelli
Picci

46′ Zigon – Maccarone
61′ Ilari – Branzani
87′ Ferreira – Legras

Gazzoli
Falasco
Conson
Lamorte
Peverelli
Galassi
Gemignani
Della Latta
Gerevini
Vannucchi
De Vena

27′ Rosafio – Gerevini
60′ Pizza – Della Latta
83′ Romeo – Vannucchi

Arbitro: Marco Bellotti della sezione di Verona
Ass.1: Christian D’Amato della sezione di Battipaglia
Ass.2: Luca Solazzi della sezione di Avezzano

Marcatori: 39′ Vannucchi (V), 65′ Rosafio (V).

Ammoniti: Cane (B).

Recupero: 1′ pt, 3′ st.