Gubbio-Barletta, le voci del dopogara Orlandi, Maccarone e Cicerelli in conferenza. Gubbio in silenzio stampa

Gubbio-Barletta, le voci del dopogara <small class="subtitle">Orlandi, Maccarone e Cicerelli in conferenza. Gubbio in silenzio stampa</small>

La prima vittoria stagionale contro il Gubbio rilassa gli animi in casa Barletta. Il pari di domenica scorsa contro il Perugia ha restituito serenità all’ambiente biancorosso, tanto da portare la squadra al successo in terra eugubina. Nella conferenza postpartita Orlandi, Maccarone e Cicerelli tracciano un bilancio della partita odierna.

Il tecnico lombardo apre le dichiarazioni con la contestata direzione arbitrale: “Partita molto strana già dalle prime battute, le decisioni arbitrali hanno evidentemente condizionato l’assetto tattico del Gubbio. Loro sono stati bravi a rimanere in partita fino al 90′ e per questo devo fare i miei complimenti a mister Bucchi. Noi dovevamo cercare il pertugio facendo girare palla con pazienza, ma speravo di giungere alla rete del vantaggio con maggior rapidità. Dovevamo trovare una soluzione prima delle battute finali, ma siamo ugualmente contenti“.

La superiorità numerica ha cambiato l’inerzia del match. Orlandi spiega l’evoluzione tattica del Barletta: “Dopo l’espulsione siamo passati al 4-4-2 per allargare la difesa del Gubbio, puntavamo a far girare la palla sugli esterni e arrivare al limite dell’area per la conclusione. Purtroppo siamo rimasti sulla metà campo, gli avversari erano più forti fisicamente e non riuscivamo a sfondare la retroguardia. Ho visto segnali positivi sotto il profilo della compattezza, è doveroso crederci fino al termine della gara“.

Anche nel finale Lacagnina ha creato confusione: “Ripeto, è stata una strana direzione arbitrale – dice Orlandi – e anche nel finale c’è stata parecchia confusione da una parte e dall’altra. Purtroppo sono cose che succedono, il Gubbio ha comunque fatto il massimo per portare a casa un risultato. Sono contento per la mia squadra, ma soprattutto per il presidente Tatò“.

Dopo l’allenatore biancorosso, è il turno di un provato Federico Maccarone: “E’ successo di tutto – spiega il centrale – ma era importante trovare i tre punti. E’ stata una lotta, trovare spazio è stato difficilissimo ma ci siamo riusciti grazie ad un pizzico di cattiveria in più rispetto alle trasferte precedenti. Il pubblico ha influito parecchio, il Gubbio mi ha impressionato, ma questa volta è andata bene al Barletta che ha sfruttato gli episodi. Importante la prima vittoria in campionato, adesso sotto con il Viareggio sabato pomeriggio. Non parlo della direzione arbitrale“.

Infine Emmanuele Cicerelli, che chiude la conferenza a margine della partita: “Gli episodi hanno cambiato la partita, che però è stata durissima. Onore al Gubbio per come si è difeso, abbiamo ottenuto un risultato prezioso perchè questo è uno dei campi più ostici della categoria. Importante dar seguito al pareggio contro il Perugia, stiamo riuscendo ad immagazzinare la convinzione necessaria per fare risultato. Sabato con il Viareggio proveremo ad imbastire un piccolo ruolino. Sugli episodi non mi esprimo, se fosse successo al Barletta non avrebbe fatto piacere ma sono fattori che fanno parte del calcio“.