Picci: “L’Aquila difficile, ma serve la scossa” L'attaccante parla in conferenza stampa

Picci: “L’Aquila difficile, ma serve la scossa” <small class="subtitle">L'attaccante parla in conferenza stampa</small>

Conferenza infrasettimanale al Puttilli, con Antonio Picci che anticipa il prepartita di BarlettaL’Aquila. L’attaccante barese esterna tutta la sua voglia di tornare al gol e illustra la situazione all’interno del pianeta biancorosso.

Si parte dallo status del reparto offensivo, che conta solo due elementi disponibili e una sola prima punta: “I numeri non mentono mai, siamo una squadra in difficoltà in zona gol. Mi assumo tutte le responsabilità – spiega Picci – visto che sono l’unico attaccante disponibile in questo momento. E’ anche vero che non sono arrivati molti palloni giocabili, ma è un fattore che sta condizionando tutta la squadra a prescindere dai reparti“.

PROMO mini

Continuano ad arrivare critiche anche dopo il pareggio di Lecce, ma l’ex Brescia non molla e cerca di darsi forza nonostante le difficoltà: “Non dobbiamo tirarci indietro, abbiamo le nostre responsabilità perché stiamo dimostrando di avere parecchi limiti. Accetto le critiche, non riusciamo a creare molte occasioni e il mister sta provando a cercare nuove soluzioni. Spero che il pareggio di Lecce sia un punto di partenza, ci abbiamo messo tanto orgoglio e siamo soddisfatti del risultato. Va anche detto che loro hanno avuto più occasioni, erano superiori e noi ci siamo adattati al loro piano di gioco. Merito anche ad Orlandi, che sta cercando di ovviare ai problemi di formazione. Tutti abbiamo voglia di dimostrare qualcosa in questo girone“.

Manca il gol, ma non l’impegno. L’apporto anche in copertura limita le occasioni in area di rigore? “La scelta di sacrificarmi in copertura è data dal mio stile di gioco, non è solo una scelta tattica. Potrei gestirmi, ci ho pensato in settimana, ma non mi riesce naturale giocare solo negli ultimi venti metri. Ci proverò comunque. E’ necessario sbloccarsi, serve fiducia“.

Il suo compagno di reparto, Cicerelli, è parecchio in ombra nelle prime partite: “In queste settimane si è parlato molto di Cicerelli, ho avuto modo di parlare con il ragazzo: adesso sta vivendo un momento di scoramento, ma non è salutare parlare male di Lele. Ha tantissime qualità, sia dal punto di vista umano che professionale e lo ritengo l’ultimo dei responsabili di questa situazione. Criticarlo non serve a nulla, deve stare tranquillo e riprendere a giocare come sa“.

Infine un’analisi sul prossimo impegno, quello con L’Aquila: “Sappiamo di non incontrare un avversario facile. Anche a Lecce eravamo attesi da una partita tostissima, quando sei penultimo sono tutte complicate. Loro sono secondi in classifica, hanno molta qualità e l’hanno dimostrato nelle prime gare. Dobbiamo riscattarci, serve una scossa importante e affrontare un avversario di questo livello può essere uno stimolo importante“.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini