Orlandi: “ritrovato lo spirito di appartenenza” "La mancanza di retrocessioni può aver influito. Ripartiamo da Lecce e dal 3-4-3"

Orlandi: “ritrovato lo spirito di appartenenza” <small class="subtitle">"La mancanza di retrocessioni può aver influito. Ripartiamo da Lecce e dal 3-4-3"</small>

Nonostante i biancorossi osserveranno domani  il turno di riposo in campionato, non è mancata la consueta conferenza stampa del sabato mattina in casa Barletta. Ai microfoni si presenta mister Orlandi, che analizza il momento della squadra a 360°, spaziando dai temi tattici a quelli psicologici. Il bilancio non può certo ritenersi positivo fino ad ora, ma il mister di Casalmaggiore vede una squadra in ripresa. Abbiamo recuperato lo spirito di appartenenza – esordisce Orlandi – e credo che questo si sia visto già dalla trasferta di Lecce. Eravamo reduci dalla bella salvezza dello scorso anno e non nascondo che giocare un campionato senza retrocessioni abbia potuto condizionare il nostro avvio di stagione. In questa falsa partenza ha giocato sia il fattore psicologico che quello più prettamente tecnico-tattico”.

E a proposito di tattica, Orlandi torna sul 3-4-3 schierato contro i salentini. L’impressione è che il Barletta abbia trovato una nuova quadratura. “Il modo di stare in campo va adattato alle caratteristiche dei giocatori e all’avversario. Quest’anno i giocatori hanno caratteristiche diverse rispetto all’anno scorso. In fase difensiva stiamo via via migliorando, tenendo più su la linea di Cane. Il ragazzo ha acquisito alcuni movimenti giusti ma non è ancora al top sotto questo punto di vista. Nel momento in cui c’è una squadra avversaria che vuole fare la partita bisogna sfruttare il contropiede e questo modulo, il 3-4-3, ci permette di alzare i due esterni d’attacco e sollecitarli maggiormente”.

PROMO mini

Nonostante il punto prezioso non sono mancate le critiche per l’atteggiamento troppo remissivo visto al Via Del Mare: “Il Lecce ci ha tenuto nei nostri trenta metri, in queste occasioni bisogna essere bravi a ribaltare subito il fronte di gioco quando si ha la palla. I due esterni offensivi hanno giocato molto bassi e quindi avevano molti metri da percorrere in fase di ripartenza. In quest’ottica credo giochi un ruolo fondamentale il ruolo della punta centrale, che deve essere bravo a rendere giocabili le seconde palle per far salire maggiormente la squadra. Picci in tal senso ha fatto un ottimo lavoro domenica ma è ovvio che le sue caratteristiche non gli consentono di esprimersi al meglio facendo questo tipo di gioco, per cui invece vedo più adatto un giocatore come La Mantia. In certe occasioni verrebbe quasi voglia di lasciare iniziativa all’avversario per esprimerci meglio in ripartenza. Zigon? Spero di averlo a disposizione per l’Aquila ma non dipende da me, attediamo il transfer per poterlo schierare. È un giocatore che non possiede grandi doti fisiche ma gioca bene e fa giocar bene la squadra

Il Barletta però rimane l’unica squadra nei campionati professionistici d’Europa a non aver ancora messo a segno un gol. “Non abbiamo ancora segnato è vero, è un momento così ma non me ne faccio un cruccio. Sono fiducioso, ci sbloccheremo ma di contro dico che siamo la quarta o la quinta difesa del campionato. D’Errico è stato utilizzato in più ruoli, ha dato tantissimo pagando un pochino anche un certo affaticamento nelle ultime prestazioni. Il ragazzo ha qualità importanti specie nella meta campo avversaria. Tende a portare troppo palla vicino all’avversario, è un piccolo difetto che stiamo cercando di correggere. In passato ha sempre giocato con un compagno alle spalle, a mio avviso con il nuovo sistema di gioco perdiamo un uomo a centrocampo ma consentiamo agli esterni di essere maggiormente coperti. Allegretti? Non ci sono mai stati problemi con lui, è un giocatore come tutti gli altri ma al tempo stesso un riferimento per la sua esperienza, ha qualità di categoria superiore.

E sul lavoro svolto in settimana: “Di Bella ha avuto un leggero fastidio mentre alcuni elementi abbiamo preferito gestirli in maniera differenziata per recuperare da alcuni piccoli acciacchi.  Il programma della prossima settimana sarà sempre il solito, ripresa il martedì e doppia seduta il mercoledì, ma faremo un lavoro di scarico. L’Aquila? non mi recherò a vedere la partita degli abruzzesi ma c’è chi lo farà per noi, come al solito”.

 

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini