Barletta – Lecce, gli spogliatoi "Troppa foga nei contrasti: ne abbiamo risentito"

Barletta – Lecce, gli spogliatoi <small class="subtitle">"Troppa foga nei contrasti: ne abbiamo risentito"</small>

Nevio Orlandi, allenatore Barletta

Ci tenevamo a passare il turno e siamo molto adirati. Nel calcio esistono dei regolamenti che forse andrebbero rivisi e mi è sembrato di cogliere un accanimento fuori dalle righe. Tre nostri calciatori sono andati in ospedale a causa di calci e gomitate. E’ raro che una partita finisca così. Ci fa rabbia tutto ciò ma ne prendiamo atto.

Quali indicazioni possono cogliersi dalla partita?

PROMO mini

“Sotto il profilo caratteriale abbiamo dimostrato di essere competitivi per quanto riguarda il campionato. Ho visto buoni movimenti e trame di gioco. Siamo miglioranti anche in mezzo al campo, anche se qualcuno che ha giocato meno non aveva il passo di gara. Ho usato questa gara per vedere all’opera quei calciatori che avevano giocato un po’ meno. Nel secondo tempo ho inserito Allegretti e Picci e abbiamo cercato di portarla a casa”.

Che impressione le ha fatto Zigon?

“Ha movimenti da prima punta. Svaria molto sul fronte d’attacco e sa creare gli spazi per gli inserimenti dei centrocampisti e sa far giocare bene la prima punta che gli sta vicino. D’Errico non ha preso parte al match perché è alle prese con qualche guaio muscolare”.

E’ giusto il risultato?

“Non mi sembra. Non siamo riusciti a giocare negli ultimi venti minuti. Abbiamo preso gol ancora su calcio piazzato e questo significa che c’è stata una disattenzione. In settimana lavoreremo ancora su questo aspetto”.

Lerda, allenatore Lecce

“C’è stato uno scambio di opinioni con Martino negli spogliatoi. Il Barletta chiedeva che ci fermassimo quando Picci ha ricevuto un colpo alla testa. Invece l’indicazione in Italia è quella di non fermarsi”.

“Ho ricevuto ottime indicazioni da questa partita – prosegue il tecnico del Lecce -. Abbiamo creato sei palle gol, ma abbiamo concretizzato solo in una occasione. Questa partita sarebbe dovuta finire con un risultato diverso. Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi”.

Zigoni, attaccante Lecce ed autore della rete che ha deciso il match

“Ho fatto molta fatica all’inizio, visto che non giocavo da tempo come titolare. Ho giocato una buona partita e sono contento per il gol che mi ha sbloccato. Ma domenica sarà molto più importante in campionato. Stare in panchina non è facile ed essere partiti male in campionato non ha favorito me e la squadra. Ora ci tocca fare tanti punti per arrivare ai playoff. L’importante, per me, è giocare come prima punta a prescindere dal modulo”.

Cosa è successo nel constrasto finale con Maccarone?

“Non mi sembrava di averlo toccato. Se un tocco c’è stato, sicuramente si è trattato di un tocco involontario”.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini