Numeri&Sport, Lecce – Barletta Giallorossi in vantaggio negli scontri diretti

Numeri&Sport, Lecce – Barletta <small class="subtitle">Giallorossi in vantaggio negli scontri diretti</small>

Si attendeva questa sfida da tantissimo tempo e si restò di stucco quando, nel corso della stagione passata, il Lecce venne inserito nell’altro girone di Prima Divisione. Ora non ci sono scuse: è tempo di Lecce – Barletta. Il derby pugliese che la tifoseria biancorossa stava aspettando.

Sarà una partita che, stando a quanto ci sta dicendo questo campionato, non si presenta come la più spettacolare del girone. Uno scontro tra “poverelli”, dunque. Lecce e Barletta occcupano le ultime due piazze della graduatoria e cercheranno di risollevarsi proprio grazie a questo incontro.

PROMO mini

16ma – è la posizione occupata dal Barletta. Si tratta della penultima piazza, in compagnia della Nocerina. I rossoneri sono stati penalizzati in settimana e affiancano il Barletta con un solo punto all’attivo.

17ma – è la posizione in classifica del Lecce, fanalino di coda del girone. Stagione sorprendente, ma in negativo: i giallorossi le hanno perse tutte.

0 – le reti messe a segno dal Barletta. E’ diventato un vero tormento e la formazione di Orlandi non riesce a sbloccarsi in alcun modo e resta il peggior attacco del girone B. L’arrivo di Dejan Zigon potrà cambiare le cose? Il nuovo acquisto del Barletta è diventato anche il calciatore col costo del cartellino più alto presente in rosa: 400.000€.

6 – Sono i gol subiti dai biancorossi. Se l’attacco non brilla, la difesa fa altrettanto. Camilleri e compagni si son fatti superare per sei volte dall’inizio della stagione. La media gol subiti è di più di una rete a partita.

4 – le marcature messe a segno dal Lecce: tutte inutili.

12 – quella giallorossa, assieme a quella della Nocerina, è la difesa più perforata del girone B con 12 reti al passivo.

25 – il numero di calciatori nella rosa del Barletta. Uno in più nelle fila del Lecce.

22,9 – è l’età media dei calciatori biancorossi. Molto più alta quella del Lecce con i suoi 26,6 anni.

1.000.000€ – è il costo del cartellino di Fabrizio Miccoli, attaccante del Lecce. Inutile dire che non abbiamo mai avuto a che fare con questo tipo di cifre fino ad ora.

1 – L’ex della partita è uno solo ed è Fabio Romeo. E’ passato lo scorso anno dal Lecce al Barletta. Nella stagione scorsa Zappacosta effettuò il passaggio contrario.

41 – sono gli incroci fra le due formazioni. 20 volte ha vinto il Lecce, 10 sono stati i pareggi e 11 le vittorie dei barlettani. Il

58 – Sono le reti messe a segno dai giallorossi negli scontri diretti col Barletta. I biancorossi, invece, hanno segnato ai leccesi per 38 volte.

1987/1988 – risale a quell’anno l’ultimo scontro diretto. Entrambe le squadre militavano nel campionato di Serie B. A Lecce, i padroni di casa si imposero per 2 a 1. Sulla panchina del lecce sedeva Mazzone, che assistette alla vittoria dei suoi grazie alle reti di Pasculli e Panero. Di Cipriani l’unica realizzazione dei biancorossi.  A Barletta le cose andarono diversamente ed i biancorossi ebbero la meglio col punteggio finale di 3 a 2. Scarnecchia, Cipriani e Solfrini misero a segno le tre reti biancorosse. A nulla servirono le marcature di Pasculli e Baroni.

9 – le partite arbitrate dal direttore di gara Sacchi di Macerata nel girone B di Prima Divisione. 41 volte ha estratto il cartellino giallo, 3 volte ha espulso un calciatore per doppia ammonizione ed in un solo caso ha estratto il rosso diretto.

1 – entrambe le squadre hanno trovato quest’arbitro una sola volta nel loro cammino in campionato. Ci riferiamo alla stagione passata, quando il Lecce vinse in casa contro il Portosummaga per 2 a 1. In quel match Sacchi ne ammonì 4 ed accordò ai padroni di casa un calcio di rigore poi trasformato da Inacio Pià.

1 – Sacchi ha arbitrato il Barletta in una sola occasione. Era la stagione scorsa ed i biancorossi vinsero per 1 a 0 col Pisa (20 gennaio 2013). La rete fu realizzata da Dezi al minuto numero 48. Nell’occasione ci furono 5 amminiti ed un espulso (Gatto del Pisa, ndr). Era la seconda vittoria consecutiva nel corso della gestione Novelli, prima di affondare sotto i colpi della Nocerina. Con i rossoneri finì 4a 0 e si aprì la debacle di Novelli e del Barletta con le sconfitte contro Avellino, Latina e Gubbio. Poi l’esonero.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini