Real Bat, così non va Lo Sporting Altamura vince a Barletta per 5 a 1

Quando la giornata non è delle migliori, si sa, occorre fare attenzione ed evitare la goleada. Non c’è riuscita la Real Bat, che ha perso per 5 a 1 contro lo Sporting Altamura. Una prestazione deludente: gara cominciata male e finita peggio con due espulsioni e l’allontanamento del tecnico Iannone dalla panchina. L’Altamura ne fa cinque in quaranta minuti.

Succede quasi tutto nel primo tempo. Falsa partenza dei barlettani che commettono una ingenuità con Civita. Questi fa fallo in area di rigore su D’Introno ed il direttore di gara accorda un calcio di rigore per gli ospiti. Il capitano dell’Altamura, Dibenedetto, non si lascia pregare e trasforma. La sua è la rete del momentaneo 1 a 0.

PROMO mini

Poco dopo Civita sciupa l’occasione per pareggiare calciando addosso al portiere. Ma dopo appena dieci minuti, gli ospiti raddoppiano. Cross dal fondo e tavola apparecchiata per Terrone, che tutto solo deposita in fondo al sacco.

Gli ospiti sembrano aver messo il risultato in cassaforte, ma non è così. La formazione barlettana si porta in avanti con Frezza, che subisce fallo in area. Clamorosamente l’arbitro decide che il fallo è avvenuto fuori dai 16 metri ed accorda un semplice calcio di punizione. Si lamentano i barlettani e Ricco viene espulso per proteste, lasciando la sua squadra in dieci. Poco dopo, sempre su punizione, arriva la terza marcatura degli ospiti con Dibenedetto.

I ragazzi di Iannone vanno in confusione. Prima Martellotta con un tap-in da distanza ravvicinata, poi D’Introno dal limite dell’area, realizzano una rete a testa e fanno pokerissimo. Dopo 40 minuti, sul punteggio di 5 a 0, il match può considerarsi virtualmente concluso.

Nella seconda frazione gli ospiti si limitano ad amministrare, mentre la squadra di Iannone non punge. Al 21′ Rizzi viene espulso per fallo da ultimo uomo e lascia la sua squadra in 10. Assieme a lui viene espulso anche un polemico Iannone.

Solo nel finale giunge la rete della bandiera da parte dei padroni di casa. La realizza Diviccaro, che trasforma un penalty procurato da lui stesso. Brutta battuta d’arresto per la comitiva di Iannone, che perde contro una delle compagini meglio attrezzate del campionato. Domenica prossima la squadra biancorossa andrà a Rodi Garganico, dove affronterà il Gargano Calcio.

PROMO mini
PROMO mini