Un Lelio malinconico Fiori appassiti al sole di aprile

Un Lelio malinconico <small class="subtitle">Fiori appassiti al sole di aprile</small>

QUALI OBIETTIVI?

Un plauso va ai nostri tifosi, che hanno seguito la squadra a Frosinone. Onore a questi ragazzi che macinano chilometri, facendo sacrifici economici e non solo, spinti dalla passione verso la propria squadra del cuore e della propria città. Onore a tutti coloro che ogni domenica si recano al Puttilli.

PROMO mini

Alla squadra non possiamo muovere critiche, perché in campo da quel che può. Non si possono criticare i vari Camilleri, Romeo e Di Bella, costretti a scendere in campo acciaccati, e nemmeno Pippa, schierato fuori ruolo da Orlandi, seduto su una panchina priva di alternative. E non si può pretendere la luna da Cicerelli che, ricordiamolo sempre, è al primo campionato tra i professionisti e deve seguire un graduale percorso di crescita professionale.

La società dovrebbe chiarire una volta per tutte quali sono gli obiettivi stagionali. La stessa società che ha dichiarato di voler fare cose dignitosissime, di puntare al nono posto, ai playoff e che poi presenta ai nastri di partenza una squadra incompleta. E’ lampante l’urgenza di rinforzi in ogni settore, ancor più oggi, dato che La Mantia sarà costretto ad un lungo stop per un serio infortunio. A lui vanno i miei più sinceri auguri di pronta guarigione.

Gabriele Martino, a mio avviso, dovrebbe intervenire sul mercato degli svincolati e puntellare i reparti. Dopo due sessioni di calciomercato, non certo brillantissime, questo è il minimo che il tifoso possa aspettarsi dal suo operato. Allo stesso modo, la società ci fornisca spiegazioni convincenti in merito all’immobilismo nel mercato. Difficile pensare che questa squadra possa arrivare tranquillamente al giro di boa.

Nelle ultime stagioni siamo passati dallo squadrone creato da Tatò e Castagnini, rinforzato anche durante la sessione invernale con i vari Petterini, Romondini, Minieri, Marino e De Liguori, ad una squadra che presenta uomini contati: Orlandi, ora che ha perso La Mantia, su chi può contare? Che panchina lunga…

Come si possono pretendere abbonamenti in massa, quando da parte della società c’è poca chiarezza? Nei Dilettanti c’erano più spettatori. E non perché il tifoso biancorosso sia masochista ed ami le categorie non professionistiche, ma perché c’era maggiore chiarezza sui programmi, sul mercato, sugli obiettivi stagionali.

I tifosi, al momento, si sentono presi in giro. La salvezza centrata lo scorso anno ha parzialmente addolcito gli amari bocconi ingoiati per tutta la stagione. Quest’anno, in un campionato privo di retrocessioni, ci eravamo illusi di patire minori sofferenze e di vedere in campo una squadra capace di puntare ai playoff. Ci sbagliavamo. Quando finirà questo calvario? Perché come cantava De Andrè: “e quando ti troverai in mano quei fiori appassiti al sole di un aprile ormai lontano, li rimpiangerai“. Chiediamo solo chiarezza e nulla più.

Forza Barletta, sempre!

Lelio Della Duchessa

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini