Ascoli-Barletta 0-0, le pagelle dei biancorossi

Liverani 6,5: è evidente la sua crescita, specie a livello caratteriale. Trasmette sicurezza al gruppo nelle uscite, mentre tra i pali risponde sempre presente alle chiamate degli attaccanti ascolani.

Romeo 6: dei tre è quello che effettua gli interventi meno appariscenti ma comunque nell’economia di squadra si rivela fondamentale, in particolar modo sui palloni alti.

Bagni Teti Wide Small

Camilleri 6,5: in crescendo rispetto alla prima di campionato. Raddoppia, anticipa e tiene sotto controllo l’area di rigore senza troppi patemi.

Di Bella 6,5: altra bella prova del difensore romano. Preferisce la sciabola al fioretto e spesso spazza senza troppi fronzoli. Ottima l’intesa con Camilleri.

Cane 6: un primo tempo col piede sull’acceleratore, un secondo tempo a rifiatare. Le doti tecniche e atletiche non mancano ma deve sapersi gestire meglio. Nell’ultimo quarto d’ora appare in evidente difficoltà e non oppone resistenza alle folate di Tripoli. (Cascione sv: prestazione troppo breve per essere giudicata)

Branzani 5: pronti via e subito rimedia un brutto colpo alla testa. Gioca una partita confusionaria, sbagliando anche gli appoggi semplici. Nel secondo tempo cresce un po’ ma la sua prestazione rimane insufficiente.

Prutsch 6: Orlandi lo schiera a sorpresa nel ruolo di vice-Allegretti e l’austriaco non lo delude. Gioca con attenzione e ordine senza disdegnare aperture interessanti per gli esterni.

Mantovani 5,5: il suo ruolo non è evidentemente quello di centrocampista di raccordo tra mediana e attacco. Bravo nel recuperare palloni ma deficitario quando deve verticalizzare o cercare il dribbling. Batte però un ottima punizione che si stampa sulla traversa. (Legras 6: mezzora di gioco fatta di buona tecnica e capacità di disimpegnarsi bene nello stretto. Da rivedere, magari da titolare, in un’altra occasione).

D’Errico 6,5: che giochi a destra o a sinistra il risultato non cambia, è sempre una spina nel fianco delle difese avversarie. Punta sempre il suo diretto avversario e duetta bene con gli attaccanti. Trova la via del tiro un paio di volte ma la mira non è precisa.

La Mantia 6: nel primo tempo va a botta sicura sul bel cross di Cane ma Russo si supera negandogli la gioia del gol. Per i restanti minuti gioca una partita di sacrificio, accorciando spesso con il centrocampo per avviare le ripartenze. (Picci sv: entra nei minuti finali con la solita voglia ma non ha modo di incidere per il poco tempo a disposizione)

Cicerelli 5: Rispetto alla gara con il Pisa cerca qualche spunto diverso dal solito ma la sostanza cambia di poco. Le gambe sembrano ancora pesanti e alla fine sono più gli errori delle buone giocate. Clamoroso il gol divorato a tu per tu con l’estremo difensore bianconero.

Orlandi 6: lo tradiscono gli attaccanti perchè nel complesso la partita è preparata con criterio e ha ragione nell’affermare che i suoi meritassero  tre punti. Ci si chiede se valga la pena insistere ancora su Branzani e Cicerelli, specie se alle loro spalle scalpitino Legras, Ilari e Picci.

Bagni Teti Wide Small

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Bagni Teti Wide Small
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide