Barletta, ad Ascoli è 0-0 col brivido

 

Nonostante la grande beffa rischiata nel finale, il Barletta esce indenne da Ascoli e strappa uno 0-0 che comincia a muovere la classifica dopo la sconfitta contro il Pisa. Biancorossi che si fanno preferire per larghi tratti del match, ma i bianconeri sprecano un rigore a due minuti dal termine con Capece. Esordio per il francese Legras.

Bellino Mini Wide

Clima surreale al Del Duca, tifosi di casa in contestazione contro la dirigenza già da oggi pomeriggio. I cento barlettani presenti nel Settore Ospiti ne approfittano per farsi sentire. In campo, Orlandi schiera il consueto 3-5-2 con La Mantia preferito a Picci, mentre Allegretti è assente per i problemi fisici maturati in settimana. Pergolizzi, dal canto suo, conferma il 4-3-1-2 che ha fronteggiato il Frosinone domenica scorsa.

Battute iniziali di marca ascolana, con Tripoli a fare da spina nel fianco della difesa biancorossa. L’attaccante di casa non arriva sul primo corner della gara, poi dialoga con Malatesta prima di essere neutralizzato da Romeo. Il Barletta prova a rispondere con il tandem CicerelliD’Errico: ottimo lavoro al limite dell’area, poi il tiro della seconda punta e deviazione in calcio d’angolo. Manovra più fluida e pericolosa sulla corsia sinistra, con Cane che sale in cattedra e concede ottimi cross per la testa di La Mantia: lo stacco del centravanti romano, però, si rivela impreciso e i bianconeri possono rifiatare.

Malatesta allenta la pressione al 20′, ma pochi minuti dopo è Cicerelli ad avere la chance più importante del primo tempo. Pallone tra le linee di La Mantia, inserimento del baby ex Berretti e conclusione che colpisce in pieno Russo. La clamorosa occasione sciupata dal giocatore ospite è uno sprone per i padroni di casa, che tornano all’attacco nelle fasi finali del primo tempo grazie al solito Tripoli. Liverani blocca in due tempi il primo tentativo, Camilleri rimedia come può sul secondo. Partita movimentata, ma all’intervallo si va sullo 0-0.

Ripresa al via con gli stessi ventidue della prima frazione. Il primo squillo è del Barletta e arriva al 53′, con Branzani che raccoglie una respinta corta su corner di D’Errico e manda a lato. L’esterno destro ci prova con una conclusione dai 25 metri, ma la sfera termina sul fondo. Sul capovolgimento di fronte, l’Ascoli si fa vedere con Colomba e Giacomini, ma i rispettivi tentativi non impensieriscono Liverani. Ben più pericolosa, invece, la punizione di Mantovani da 25 metri: Russo non ci arriva, ma il pallone tocca la traversa e sfila a lato. Subito dopo arriva il primo cambio: fuori lo stesso Mantovani, esordisce in biancorosso Legras.

La girandola delle sostituzioni non schioda le squadre dall’andamento del match: Ascoli bloccato dietro, con i biancorossi più propositivi. Al 71′ due occasioni in rapida successione per La Mantia e D’Errico, ma Russo neutralizza le folate del numero 9 e del laterale destro. Dentro Picci per La Mantia e allontanato Pergolizzi, ma i ritmi si abbassano fino alla risposta marchigiana con Bianchi, che all’81’ raccoglie un cross arretrato di Colomba e manda alto da 20 metri.

Picci prova a presentarsi al Del Duca con uno stacco di testa pericoloso, ma la torsione è leggermente imprecisa e termina a lato. Al minuto 88 l’occasione del match è per l’Ascoli: Tripoli viene steso da D’Errico in area biancorossa e Giovani assegna il rigore: Capece si incarica del penalty, ma spedisce il pallone sul fondo. La punizione di Picci, bloccata da Russo, è l’ultima emozione di un match che ha rischiato di decretare la beffa per il Barletta. Primo punto per entrambe le squadre, domenica biancorossi impegnati al Puttilli contro il Prato.

[quote_simple]

ASCOLI (4-3-1-2): Russo; Scalise, Bianchi, Schiavino, Giacomini; Hanine (67′ Scognamiglio), Pestrin, Capece; Colomba; Tripoli, Malatesta (71′ Vegnaduzzo). A disp.: Piacenti, Gandelli, Scicchitano, Storani, Oddi. All. Pergolizzi.

BARLETTA (3-5-2): Liverani; Romeo, Camilleri, Di Bella; Cane (87′ Cascione), Branzani, Prutsch, Mantovani (64′ Legras), D’Errico; La Mantia (79′ Picci), Cicerelli. A disp.: Vaccarecci, Maccarone, Ilari, Ferreira. All. Orlandi.

Arbitro: Stefano Giovani della sezione di Grosseto
Ass.1: Andrea Berti della sezione di Prato
Ass.2: Manuel Cinquini della sezione di Firenze

Ammoniti: Hanine (A), Malatesta (A), Capece (A), La Mantia (B), Pestrin (A), Romeo (B).

Note: all’80’ espulso Pergolizzi (A) per proteste nei confronti della terna arbitrale. All’88’ Capece (A) tira a lato un calcio di rigore.

Recupero: 2′ pt, 3′ st.
[/quote_simple]

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Betland mini wide
PROMO mini
Zerodue Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Zerodue Mini Wide