I film della stagione: Non è un paese per vecchi

 

La conquista della salvezza scaccia i fantasmi di una stagione altalenante, sempre vissuta tra una scintilla di rinascita e il baratro dell’inevitabile retrocessione. A campionato concluso, ripercorriamo i momenti salienti da luglio 2012, associando ogni tranche del torneo ad un grande successo cinematografico.

PROMO mini

[quote_left]Dai playoff mancati al low-cost di Tatò[/quote_left]

L’annata del Barletta comincia sotto l’auspicio del rinnovamento e della politica low-cost di Tatò e Pavone. In una campagna di ridimensionamento così marcata, ogni personaggio della società gioca il suo torneo con le intenzioni di abbassare le spese e, allo stesso tempo, sbalordire la piazza con giovani sorprese. Il patron biancorosso, dopo aver inseguito per anni il suo nuovo direttore sportivo, lo ingaggia per la terza avventura in Prima Divisione.

Il pre-campionato fa pensare al celebre film dei fratelli Coen, Non è un paese per vecchi: la politica zemaniana, sempre avveniristica, del nuovo arrivato Novelli e il massiccio inserimento di baby promesse dimostra la voglia di fare l’exploit, senza però calcolare i grossi rischi che esploderanno nelle settimane successive. Nel frattempo, la tifoseria si avvicina all’inizio della stagione attraverso due correnti: lo scetticismo di chi ha inteso i rischi e l’ottimismo di chi spera nel colpaccio targato Pavone.

[quote_right]Tonfo col Perugia, oscuro presagio[/quote_right]

A Barletta arrivano i fedelissimi del ds e del nuovo tecnico: Molina, De Leidi, Burzigotti, Meduri e Ferreira. Tutti titolarissimi nello scacchiere di Novelli, pronto a partire per il ritiro di Rio di Pusteria. Le amichevoli estive non rappresentano test probanti per i biancorossi, sempre impegnati con selezioni locali per rodare il 4-3-3 e i nuovi schemi. Al primo appuntamento ufficiale, in Tim Cup contro il Perugia, arriva la prima batosta: il Grifo vince 3-0 al Puttilli, lasciando perplessi anche i più fiduciosi.

La dirigenza corre sul mercato per il rush finale di agosto, nella speranza di colmare le lacune di alcuni reparti: l’incognita Barbuti, gli elementi adatti per una difesa a zona, i muscoli da affiancare ai talentini Vacca e Dezi nel centrocampo a tre. Il mancato acquisto di Napoli è compensato dal prestito di La Mantia, che arriva nelle ultime ore della sessione estiva.

La prima di campionato è alle porte, il 2 settembre c’è Catanzaro-Barletta. Si apre ufficialmente il torneo di Prima Divisione, si apre in casa di una neopromossa e gemellata con la tifoseria biancorossa. Novelli è chiamato alla resa dei conti dopo tanto lavoro in estate, ma questo è già un altro film.

 

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini