I film della stagione: IO SONO LEGGENDA

Dentro o fuori. E’ dura giocarsi la stagione in due partite, ma è questo il destino del Barletta. La doppia sfida playout, si sa, non è mai facile da affrontare. E questa volta la sorte ha deciso di fare le cose in grande ed ha posto di fronte due squadre che rappresentano città a pochissimi chilometri di distanza: Barletta ed Andria.

Grande tensione al “Puttilli” per la gara d’andata. Orlandi riconferma il 3-5-2 con il quale ha fatto davvero bene nel finale di stagione. Cosco risponde con il classico 4-4-2 e mette Innocenti accanto a Sy in attacco. Ne vien fuori un match denso di sbadigli.

PROMO mini

Fino al 86′ minuto della partita, il pubblico del “Puttilli” si annoia. Va in scena una gara molto tattica e avara di emozioni. Il Barletta, complice il peggior piazzamento, prova a fare la partita. L’Andria si difende con ordine e neutralizza gli attacchi biancorossi.

A quattro minuti dalla fine, la situazione per il Barletta è quasi disperata. Il gol in casa non arriva, la squadra non sembra giocare come nelle ultime uscite stagionali e la difesa dell’Andria pare davvero molto attenta.”Servirà vincere ad Andria e sarà difficilissimo”- pensano i più. Sullo stadio barlettano aleggia un alone di velato pessimismo. Ma non è finita.

Minuto numero 86: punizione. Non c’è bisogno neppure di decidere chi la tirerà, perché sul pallone ci va come al solito lui: il capitano. Allegretti con sicurezza sistema la sfera sul punto di battuta. Ne aveva sbagliate alcune nel corso del match, tirandole alte. Ma questa no, non deve sbagliarla. Il pubblico è col fiato sospeso. Parte la rincorsa…tiro e palla che… gonfia la rete! Delirio al “Puttilli”: il Barletta è in vantaggio. La sblocca lui, Allegretti.

Nemmeno il tempo di terminare i festeggiamenti e l’Andria va di nuovo Ko. La Mantia riceve palla sulla sinistra, va più veloce e sicuro che mai verso la porta e, a tu per tu con Rossi, decide che è arrivato il momento buono per fare il bomber: palla ancora in buca! Due a zero Barletta e tutti a casa!

I supporters biancorossi sono increduli. Il successo per due a zero galvanizza l’ambiente e sono abbracci tra tutti. C’è grande entusiasmo, ma la salvezza non è ancora stata raggiunta. Orlandi predica calma e la squadra lo segue. La settimana successiva si va ad Andria forti del doppio vantaggio.

Tutto va nel migliore dei modi ed i barlettani giocano la partita perfetta: difesa solida e pochissime occasioni concesse agli avversari. Passano i minuti, ma il gol dell’Andria non arriva. E nel finale ci pensa Carretta, proprio colui che aveva segnato la rete salvezza per l’Andria due stagioni prima, a gelare il “Degli Ulivi” in un caldo pomeriggio di Giugno. E’ la rete della salvezza barlettana ed in città esplode la festa. Caroselli al “Puttilli” e per le strade. I biancorossi si salvano dopo una stagione travagliatissima.

Il Barletta entra nella leggenda. L’Andria scende in C2. E chi l’avrebbe mai detto: da “Profondo Rosso” a “IO sono Leggenda”…

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Zerodue Mini Wide
Zerodue Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini