Andria – Barletta: spogliatoi

Orlandi, allenatore Barletta

Emozione importante, era un obiettivo difficile. Ci abbiamo sempre creduto e alla fine ci siamo riusciti.

PROMO mini

Lei è arrivato in una situazione quasi disperata…

Siamo riusciti a dare serenità al gruppo e abbiamo perso solo una partita. Questi sono stati lgi ingredienti per salvarci.

Mister, quali sono stati gli uomini più importanti e decisivi?

Credo sia stato il gruppo. Il gruppo si è messo a disposizione sin dai primi giorni e il tutto è culminato in queste ultime due gare.

Quando è avvenuta la vera svolta in questo campionato?

E’ stato un crescendo. La squadra col tempo ha trovato sicurezza ed autostima ed ha trovato, grazie al modulo, un certo tipo di equilibrio. Hanno capito di poter gestire il risultato.

A Pagani può essere stata la svolta? Il Barletta dopo non ha più perso…

Col Sorrento in casa non abbiamo reso, abbiamo trovato le motivazioni e poi siamo andati a Pagani e abbiamo perso su un episodio. Si trattava di un errore di reparto, ma ci siamo stati fino alla fine e avremmo potuto tranquillamente pareggiarla.

C’è una dedica particolare per questa salvezza?

No, vi direi una bugia.

Il Barletta riparte da Nevio Orlandi?

Vediamo. Ci godiamo questa salvezza e ne parleremo in settimana. Per me non ci sono problemi a rimanere.

 

Riccardo Allegretti, capitano Barletta

Sei stato tra i più importanti a detta ti tutti gli addetti ai lavori…

Quando si raggiunge la salvezza, dire che è merito di un singolo è poco. E’ merito dell’allenatore, della città e della società. E’ una vittoria meritata e ora guardiamo avanti.

Allegretti sarà il capitano del Barletta anche nella prossima stagione?

Non so. Non abbiamo mai parlato di futuro col presidente. C’è stato un grande affetto che mi ha mostrato la piazza e prenderò questo in considerazione.

Sono arrivato per merito del direttore Pavone e ci tengo a ringraziare tutti gli allenatori e anche il direttore sportivo. Lui mi aveva chiesto di salvare questo Barletta e alla fine ce l’abbiamo fatta.

 

Mirko Carretta, centrocampista Barletta

Quattro anni fa sei stato osannato dai tifosi Andriesi, ora hai segnato il gol che fa retrocedere l’Andria.

E’ il bello del calcio: ecco perché non ho esultato al gol. Ma stasera ci sarà da divertirsi.

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Zerodue Mini Wide
Zerodue Mini Wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Zerodue Mini Wide