Società, quale scenario?

 

La salvezza maturata al Degli Ulivi rappresenta il punto d’arrivo dopo un campionato tortuoso e sempre in discussione, ma anche un delicatissimo punto di partenza per il futuro della SS Barletta, pronta a ripartire per la programmazione della stagione sportiva 2013/2014, quella della Prima Divisione senza retrocessioni.

PROMO mini

Che non inganni il fattore riforma: la permanenza assicurata anche per il prossimo campionato, stando alle dichiarazioni di Tatò e Martino in conferenza stampa, non porterà ad un sicuro campionato di transizione, in cui il Barletta si limiterà a vivacchiare senza patemi d’animo. I playoff allargati e la riforma imminente costituiscono una ghiotta occasione per provare ad alzare l’asticella degli obiettivi: di questo, in primo luogo, parleranno i due membri più rappresentativi dello staff dirigenziale.

[quote_left]Ampliamento in vista[/quote_left]

Già, ma solo loro due? Durante il torneo appena concluso, il binomio Tatò-Martino ha nuovamente scoperchiato il calderone delle polemiche circa l’organizzazione societaria, troppo centralizzata e con ruoli accavallati. Come ammesso dallo stesso patron biancorosso, il dirigente calabrese ha gestito sia la mansione di direttore sportivo, carica per la quale è stato ingaggiato, sia quella di direttore generale, vacante dall’estate 2012. Anche il calciomercato invernale, nonostante l’arrivo di ottimi elementi come Camilleri e Prutsch, ha dimostrato la maggiore tendenza, da parte di Martino, alla carica di DG.

[quote_right]Idea Torma[/quote_right]

Il primo passo della nuova stagione, dunque, dovrebbe essere una rivisitazione delle cariche: il direttore biancorosso potrebbe passare da sportivo a generale, con una carica ancora da riempire. Difficile fare nomi sul futuro uomo-mercato di casa Barletta, ma circolano le prime voci: lontano un suggestivo ritorno da parte di Beppe Geria, già ds nella stagione dei miracoli 2009/2010, mentre pare più vicino Gianluca Torma, ex Andria, che si è allontanato da contrada Barbadangelo già da alcuni mesi.

Già da oggi pomeriggio, Tatò e Martino lavoreranno in vista di una lunga estate di passione. Da svelare ancora molti misteri tra arrivi, partenze ed obiettivi stagionali. Nel frattempo, bisogna metabolizzare l’insperata salvezza e porre un freno agli errori dei mesi appena trascorsi.

 

 

PROMO mini
PROMO mini